Home Italia Città italiane Visitare Roma in tre giorni

Visitare Roma in tre giorni

444
Visitare Roma in tre giorni
Visitare Roma in tre giorni

Visitare Roma in tre giorni potrebbe sembrare un’impresa impossibile. Certamente lo è se pensiamo di poter vedere tutto. Anche perché Roma è una grande metropoli con una storia plurimillenaria: in ogni angolo, in ogni centimetro è possibile trovare qualche “grande bellezza”. Non basterebbe una vita per ammirare davvero tutto da cima a fondo. Tuttavia, in tre giorni è possibile vedere abbastanza, l’essenziale e forse qualcosa di più. Quindi vediamo qualche suggerimento su come muoversi e cosa fare se decidiamo di visitare Roma in soli tre giorni.

Cosa vedere a Roma in tre giorni

Se dovete visitare Roma in tre giorni non potete fare a meno che partire dal cuore pulsante della Roma antica. In particolare non possiamo dire di aver visto Roma se non vediamo il Colosseo, l’imponente Anfiteatro Flavio voluto dall’imperatore Vespasiano.

Inoltre, proprio accanto al Colosseo, subito dopo il bellissimo Arco di Costantino, si apre il Foro Romano, l’antica piazza contornata di basiliche, templi e monumenti dove si svolgeva la vita della città. Al suo interno troviamo monumenti di grande interesse come l’Arco di Tito e quello di Settimio Severo, nonché le rovine di importanti edifici e templi come la Basilica di Massenzio, il Tempio di Castore e Polluce e molto altro.

Dopodiché dal Foro possiamo raggiungere il Campidoglio e visitare i Musei Capitolini, che ospitano, tra le altre cose, la celebre lupa capitolina e la statua equestre di Marco Aurelio, una copia della quale è posta nella prospicente piazza del Campidoglio.

Ancora, proseguendo sull’ampia Via dei Fori Imperiali, si raggiunge il maestoso Altare della Patria che si affaccia su Piazza Venezia e sulla sinistra, dall’altro lato della strada, è possibile ammirare la Colonna di Traiano, posta nell’omonimo Foro imperiale. Dopo essere usciti da Piazza Venezia, attraverso Via Vittorio Emanuele si raggiunge facilmente l’importante area archeologica del Largo di torre Argentina, il Pantheon e la magnifica Piazza Navona con al centro la famosa Fontana dei Quattro Fiumi realizzata dal Bernini.

Quindi, tornando un po’ indietro sul percorso, si arriva alla celebre Via del Corso, dalla quale possiamo facilmente raggiungere monumenti di grande importanza come la Fontana di Trevi, la Colonna di Marco Aurelio e i “palazzi del potere”: il Quirinale, Palazzo Chigi e Palazzo Montecitorio. Attraverso Via dei Condotti arriviamo a Piazza di Spagna con la bellissima scalinata di Trinità dei Monti e la Fontana della Barcaccia del Bernini.

Piazza di Spagna Roma

La seconda giornata della nostra visita di Roma in tre giorni potremmo dedicarla ad alcuni luoghi degni di nota come la bellissima Galleria Borghese o le Catacombe (tra le più importanti quelle di San Callisto, di Domitilla e di San Sebastiano). Poi a questi potremmo aggiungere una visita alle grandi Basiliche di San Giovanni in Laterano e San Paolo fuori le mura. Se vogliamo restare più vicini al centro, invece, potremmo visitare la Basilica di San Clemente, luogo di grande interesse a poca distanza dal Colosseo.

Infine, in un tour di Roma in tre giorni non può assolutamente mancare il Vaticano, il piccolissimo Stato guidato dal papa proprio all’interno di Roma. Per arrivarci bisogna spostarsi sull’altra sponda del Tevere. Attraverso il Ponte Sant’Angelo giungiamo direttamente di fronte all’imponente Castel Sant’Angelo, e possiamo raggiungere, tramite Via della Conciliazione, la maestosa Piazza San Pietro sulla quale si affaccia l’omonima Basilica. Quindi, a questo punto non ci resta che visitare i Musei Vaticani: non perdetevi la Pinacoteca, la Galleria delle Carte Geografiche e le Stanze di Raffaello, chiudendo in bellezza con la visita alla Cappella Sistina.

Come visitare Roma in tre giorni

Innanzitutto, per visitare Roma in tre giorni è necessario partire preparati. Perciò consigliamo di acquistare on-line i biglietti per i luoghi che si vogliono visitare, così da evitare lunghe file. Il sistema museale di Roma offre molte possibilità tra sconti, agevolazioni e pacchetti. Qui di seguito vi daremo alcune informazioni essenziali su come avere accesso ai luoghi di maggiore importanza.

All’inizio del nostro percorso, un unico biglietto ci permette di visitare il Colosseo e il Foro Romano con diverse possibilità. Il costo del biglietto base è di €16.00: è valido un giorno e permette un solo accesso al Colosseo (I e II ordine) senza il piano dell’arena, e un solo accesso all’area archeologica del Foro Romano-Palatino, incluse le mostre in corso; in alternativa si può scegliere il biglietto Full Experience di €22.00 (valido per due giorni consecutivi) che include anche la visita all’Arena oppure ai sotterranei e altri quattro siti (Santa Maria Antiqua, Rampa Domizianea, Museo Palatino – primo piano, esterni e studiolo della Casa di Augusto).

In più per i cittadini dell’UE tra i 18 e i 25 anni è previsto un biglietto ridotto a soli €2,00. Invece è totalmente gratuito per i minori di 18 anni e per altre condizioni previste (vedi qui). Per orari e biglietti vedi qui.

Visitare Roma in 2 giorni: Il Colosseo
Il Colosseo

Per visitare i Musei Capitolini, il prezzo base è di €15.00 per gli adulti e di €13.00 per i cittadini dell’UE fra i 18 e i 25 anni. Mentre per minorenni e persone con mobilità ridotta l’accesso è gratuito (per info e acquisto dei biglietti on-line vedi il sito).

Il biglietto per la Galleria Borgheseè di €13.00, mentre quello ridotto (18-25 anni) di €2.00, anche qui sono presenti condizioni di gratuità (vedi qui).

Poiché visitare tutte le Catacombe presenti a Roma in tre giorni (se si vuole vedere altro) non è fattibile, vi suggeriamo di fare una scelta fra le catacombe più importanti. Per esempio le Catacombe di San Callisto, di Domitilla e di San Sebastiano: prevedono tutte e tre un biglietto base di €8.00 e un ridotto di €5.00 con possibilità di accesso gratuito per minori e per alcune categorie (per info clicca qui – San Callisto, Domitilla, San Sebastiano).

Per visitare Castel Sant’Angelo il costo del biglietto è di €15.00, ma anche qui è previsto un biglietto agevolato di €2.00 (per maggiori informazioni vedi qui).

L’ingresso alla Basilica di San Pietro è gratuito (ma attenzione alle code!); mentre se volete salire sulla cupola il prezzo è di €8.00 se si vuole salire a piedi, oppure di €10.00 in ascensore. Se volete entrare nella Basilica evitando la fila potete prenotare l’ingresso con il servizio di audio guida oppure con un tour con una guida ufficiale o privata (della durata di circa un’ora). Per maggiori informazioni vedi qui.

Affreschi cappella sistina
Affreschi cappella sistina

Infine, per visitare i Musei Vaticani il costo di base del biglietto è di €17.00. Anche qui è possibile acquistare un’audioguida aggiungendo €7.00, per un totale di €24.00. Qui il prezzo per i ragazzi tra i 6 e i 18 anni è di €8.00; mentre potranno entrare gratis i minori di 6 senza bisogno di prenotare i biglietti. Per prenotare on-line la tua visita clicca qui.

Invece l’ingresso al Pantheon, alla Basilica di San Paolo fuori le mura e di San Giovanni in Laterano è gratuito; ma è consigliabile verificare gli orari di apertura (che potrebbero subire variazioni durante le celebrazioni religiose). Inoltre raccomandiamo di avere nei luoghi sacri un abbigliamento consono (no shorts, minigonne, spalle scoperte), se fa caldo portate con voi qualcosa per coprirvi prima di entrare.

Visitare Roma in tre giorni a piedi

Se nella vostra visita a Roma in tre giorni siete obbligati a spostarvi a piedi, ci si può comunque muovere abbastanza agevolmente con la metropolitana oppure in autobus nei punti in cui questa non arriva.

Esistono varie tipologie di biglietto:

B.I.T. (BIGLIETTO INTEGRATO TEMPO) – Questi biglietti possono essere utilizzati su qualsiasi mezzo di trasporto a Roma, sono validi per 100 minuti e il visitatore può prendere qualunque mezzo verso ogni destinazione in un tempo massimo di 100 minuti. Se prendete la metropolitana, il biglietto sarà valido per una sola corsa, ma è ancora valido per tutti i 100 minuti se usate autobus e tram. Prezzo: €1.50.

ROMA 24H / ROMA 48H / ROMA 72H – Questi biglietti sono validi rispettivamente per 24, 48 e 72 ore dalla timbratura su qualsiasi mezzo di trasporto e devono essere timbrati una sola volta. Inoltre possono essere utilizzati sulla metropolitana più di una volta in tutte le direzioni Prezzo: €7.00 (24h), €12.50 (48h), €18.00 (72h).

Se accompagnati da un adulto in possesso di titolo di viaggio valido, i bambini, fino al compimento del decimo anno di età, possono accedere gratuitamente ai mezzi di trasporto pubblico nel territorio di Roma Capitale. Per ulteriori info vedi qui.

Dalla stazione di Roma Termini è possibile prendere le Linee A e B della metropolitana, mentre da quella di Roma Tiburtina solo la Linea B.

Prendendo la Linea B è possibile raggiungere direttamente il Colosseo e tutto ciò che gli sta vicino (fermata Colosseo). Da qui è possibile raggiungere a piedi anche il Foro romano e i Fori imperiali, il Campidoglio, il Palatino, l’Altare della Patria, la Basilica di San Clemente, Piazza Venezia, il Pantheon e tutte le altre piazze di cui abbiamo parlato fino a Piazza del Popolo. La passeggiata è lunga, ma merita di essere fatta. Ma volendo si può anche prendere la Linea A e scendere alla fermata Spagna per raggiungere direttamente Piazza di Spagna.

La Linea A ci è utile anche per raggiungere i Musei Vaticani e Piazza San Pietro (fermate Cipro – Musei Vaticani e Ottaviano – San Pietro).

Per visitare la Basilica di San Giovanni in Laterano scendiamo alla fermata San Giovanni (Linea A) oppure prendiamo le linee degli Autobus 16, 81, 85, 87, 186, 650, 810 e 850; mentre per la Basilica di San Paolo fuori le mura c’è la fermata Basilica San Paolo (Linea B) o gli Autobus 23 e 217.

Per raggiungere le Catacombe è necessario usare le corse degli Autobus, vi sono diverse possibilità che potete approfondire cliccando sul nostro link: Catacombe di San Callisto; Catacombe di Domitilla, Catacombe di San Sebastiano.

Il servizio della metro ha una frequenza giornaliera. Si attiva alle 5.30 circa ed effettua l’ultima corsa alle 23.30 nei giorni da domenica a giovedì. Invece termina alle 01.30 il venerdì e il sabato.

Roma in tre giorni: dove mangiare

Se si decide di visitare Roma in tre giorni il risparmio di tempo è essenziale. Perciò anche la pausa pranzo deve essere veloce, ma non per questo di scarsa qualità. Nell’esigenza di un boccone al volo ci viene in contro lo street food, la salvezza di ogni turista. Ecco alcuni posti in centro in cui gustare ottimo cibo senza perdere tempo.

Da Er buchetto, tra le varie cose, è possibile gustare il classico panino con la porchetta; ma ottimi panini si possono trovare anche Dar Ciriola o da Mordi e vai. Se non si può fare a meno della pasta si può scegliere Mariolina o il Pastificio Guerra. Invece per le fritture ci sono I fritti de sora Milvia, Dar filettaro a Santa Barbara, La casa del supplì o Supplizio. Mentre chi ama le focacce ripiene non può perdersi il Forno Campo de’ Fiori o Gino 1950.  Infine, due posti interessanti e originali sono Trapizzino e Sorisi (se vi trovate nei dintorni di San Paolo fuori le mura).

Ma ovviamente nei nostri tre giorni a Roma non possiamo non assaporare la cucina tipica romana. A questo scopo ci vengono in aiuto le trattorie. Vi suggeriamo, tra le più famose, Armando al Pantheon, Da Gino al Parlamento (accanto a Montecitorio), Da Fortunata (vicino a Piazza Navona), la celebre Trattoria Sora Lella sull’isola tiberina oppure Matricianella. Se passate dal Ghetto ebraico non potete fare a meno di provare la cucina ebraico-romanesca; la potrete assaporare in posti come Ba’ Ghetto, Yotvatà, Bellacarne o Nonna Betta. Altri posti meritevoli sono L’angolo der panino vicino al Colosseo, la trattoria Da Danilo, Retrobottega o, per chi ha fretta, Ciao Checca.

Infine, in una tre giorni a Roma non può mancare una sosta in gelateria (soprattutto nelle giornate afose); e allora per ottimi gelati potete fare un salto da Al settimo gelo, Fata Morgana, Frigidarium, Fiocco di neve, Da Re, Giolitti, Gunther, Grom o da Otaleg!

veduta del ponte e castello sant'angelo
Veduta del ponte e Castello Sant’Angelo

Roma in tre giorni: dove dormire

Se decidete di fermarvi a Roma per tre giorni avrete certamente bisogno di un posto in cui soggiornare. Naturalmente l’altissima vocazione turistica della città eterna non può che favorire il numero di luoghi dove dormire. È possibile trovare hotel, bed and breakfast, ostelli di ogni tipologia e prezzo.

Nello scegliere il luogo in cui soggiorneremo per i nostri tre giorni a Roma dobbiamo considerare i punti in cui le attrazioni che vogliamo visitare siano più raggiungibili possibile, seguendo un principio di economia. Dunque la zona centrale è certamente la più favorevole.

In base ai monumenti che abbiamo indicato potremmo prendere Piazza Venezia come “centro ideale” da cui si può raggiugere quasi tutto (anche a piedi). Allo stesso modo potremmo prendere altri punti di riferimento centralissimi come Fontana di Trevi, Pantheon o Piazza Navona.

In alternativa se soggiornare in zone così centrali non è possibile, possiamo tenere in considerazione tutta l’area che va dal Colosseo a Piazza del Popolo (comunque saremmo in una posizione abbastanza comoda). Se invece decidiamo di soggiornare sulla sponda destra del Tevere, potrebbe essere abbastanza comodo il quartiere Trastevere.

In ogni caso qualora foste costretti ad alloggiare a maggiore distanza dal centro, assicuratevi comunque di avere vicino una linea della Metropolitana.

Adesso siete pronti per immergervi nella Città Eterna. Buona permanenza!

Booking.com

Rosario Carbone

Commenti

Commenti

CONDIVIDI