Home Portale:Antica Grecia

Portale:Antica Grecia

430 a.C. - Antica Grecia


La civiltà greca è considerata la "culla" della civiltà occidentale, ossia la cultura da cui si è originato il nostro modo di pensare. In diversi periodi storici l'arte occidentale si è rifatta agli ideali di perfezione greci mentre la letteratura di continuo si è ispirata alle grandi opere classiche dei tragediografi greci oltre che del mitico Omero.

Partenone, simbolo dell'imperialismo ateniese, Hugo, identità europea

L'Atene di Pericle: lo splendore della Grecia

L'Atene del tempo di Pericle, il principale politico ateniese tra 461 e 429 a.C., rappresentò il massimo dello splendore della civiltà greca antica. I più grandi artisti, scrittori e filosofi greci dimoravano ad Atene sotto la protezione di Pericle: grandi uomini come Socrate, Fidia ed Anassagora. L'inizio della guerra del Peloponneso e la morte di Pericle, dovuta all'epidemia di peste che imperversò ad Atene, segnò l'inizio della fine.

Strabone
tragedia greca origini

Il Teatro Greco

Il Teatro greco rappresentava un luogo pubblico a cui potevano accedere tutti i cittadini della polis, la città-stato dell'antica Grecia. I commediografi e gli autori tragici mettevano in scena, attraverso le storie del mito, temi di interesse per i cittadini, come ad esempio il conflitto tra legge e morale.

Articoli correlati: [I nostri articoli sul Teatro greco]

Saffo

Come era vista l’omosessualità nell’Antica Grecia?

Spesso sentiamo dire che l’omosessualità nell’Antica Grecia era considerata assolutamente normale. Tuttavia dobbiamo stare in guardia dalle eccessive attualizzazioni e attenerci alle notizie che abbiamo sulla realtà storica greca. L’omosessualità nell’Antica Grecia, infatti, non era considerata un’alternativa all’eterosessualità, ma era ammessa in determinate fasi della vita e in determinati contesti sociali e rituali.

[Clicca qui per continuare a leggere]

L'età dei filosofi

Il periodo antico vide la nascita della "Filosofia", ossia un modo per dare risposta alle domande che si poneva l'uomo senza coinvolgere la religione o il mito.
La Grecia è considerata la "culla" della Filosofia occidentale, ossia di quella tradizione che ha influenzato e influenza ancora oggi il pensiero dell'Occidente.

Articoli correlati: [I nostri articoli sulla Filosofia greca]

Amor

Il Simposio

“Dobbiamo trovare qualcuno con cui mangiare e bere prima di cercare qualcosa da mangiare e da bere, perché mangiare da solo significa fare la vita di un leone o di un lupo.” Epicuro

Presso la civiltà greca la condivisione del pasto assume un’importanza antropologica, dal momento che rende sacra l’appartenenza dei commensali alla medesima cerchia di valori, consuetudini, ideali. La ripetizione del rito in svariate circostanze (feste, nozze, funerali) contribuisce al mantenimento del legame.

[Clicca qui per continuare a leggere]

La lirica greca

La poesia greca antica, incentrata sui sentimenti del poeta o composta per occasioni pubbliche, era accompagnata dal suono di strumenti musicali a corda come la lira. Tra le pagine più belle della letteratura di sempre vi sono i versi d'amore della poetessa Saffo.

Articoli correlati: [I nostri articoli sulla lirica greca]

Tucidide

La nascita della Storia

Così come la Filosofia, anche la Storia nacque nel mondo greco. Non che non fossero state scritte opere che parlassero del passato in altre parti del mondo, ma fu in Grecia che si elaborò la bozza del metodo storico, ossia la narrazione di fatti, basata sull'osservazione, incentrata sull'agire umano e fatta con la finalità di ricordare le imprese dei grandi uomini.

Articoli correlati: [I nostri articoli sulla storiografia greca]