Cinema europeo

Home Cinema Cinema europeo

Il sale della Terra, monumento al Creato tra luci e ombre

Viviamo in un mondo devastato dai cambiamenti climatici, da una spietata industrializzazione che distrugge le nostre terre senza che ce ne rendiamo conto. Viviamo in un mondo dove uomini...

Mr. Nobody di Van Dormael: la spiegazione del significato del film

Mr. Nobody, grande opera del belga Van Dormael, è un film che riflette sul dilemma della scelta, attraverso una narrazione inusuale e travolgente.
Loving Vincent, Starry Night

Loving Vincent: amare il pittore Van Gogh

Loving Vincent è un viaggio nei luoghi e nell'immaginario del pittore Vincent Van Gogh, in ricordo della sua tormentosa esistenza.
L'Atalante

L’Atalante, il capolavoro di Jean Vigo

È del 1934 L’Atalante, il secondo e ultimo lungometraggio di Jean Vigo (che muore di lì a poco a soli 29 anni di tubercolosi),...

Nikita: il più bel noir europeo degli anni ’90

Nel 1990 usciva Nikita. Il film lanciò nell'Olimpo l'allora giovane regista Luc Besson e riportò in auge l'ormai calante cinema francese.
Primo piano di Saul

Il Figlio Di Saul: dannazione ed espiazione

Il Figlio Di Saul è l'opera prima dell'ungherese László Nemes, regista cresciuto come assistente di Bèla Tarr. Il film è valso all'autore il Gran Premio Speciale...

Medea nel cinema: da Pasolini a Von Trier

Come due registi come Pasolini e Lars Von Trier ritraggono, da posizioni politiche e culturali diverse, il mito di Medea nel cinema.

Kynodontas: la famiglia come metafora del potere

Kynodontas è l'opera terza di Yorgos Lanthimos. Tramite una fotografia fredda, il regista rappresenta il Limbo claustrofobico di una famiglia iperprotettiva.

Despair:Fassbinder scopre Nabokov e indaga il doppio

Despair, tratto dal romanzo di Nabokov e diretto da Fassbinder, è un film incentrato sul fortunato tema del doppio e della crisi d'identità.
Suffragette film poster

Suffragette: il film sulla vittoria delle donne

L'ambiente fumoso e soffocante di una lavanderia londinese d'inizio Novecento è lo scenario su cui si apre Suffragette, melodramma socio-politico potente che s’insinua nelle dinamiche collettive in cui i diritti sono miraggi e la parità dei sessi solo la facciata di un perbenismo retrogrado.

Ultimi articoli