Home Cinema e Serie TV Cinema anni 2000 Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1 – curiosità dal...

Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1 – curiosità dal film

413
Harry Potter

Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1 ( Harry Potter and the Deathly Hallows Part 1) è il penultimo film della saga di Harry Potter, tratto dall’omonimo ultimo capitolo della saga letteraria.

La trama di Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1

Harry Potter, dopo diciassette anni di sofferenze, dice addio a casa Dursley venendo trasferito dall’Ordine della Fenice in un luogo più sicuro. Durante lo spostamento verso la Tana, Harry e i suoi amici vengono attaccati da numerosi Mangiamorte e da Lord Voldemort in persona nonostante numerosi accorgimenti riuscendo però a scamparla.

Qualche giorno dopo si festeggia il matrimonio di Bill Weasley e Fleur DeLacour. Le celebrazioni sono però interrotte dalla notizia della caduta del Ministero di Magia e dell’imminente arrivo dei Mangiamorte. Harry, Ron ed Hermione devono quindi fuggire, dando inizio ad un lungo viaggio alla ricerca degli Horcrux, oggetti in cui Lord Voldemort ha trasferito parte della propria anima.

La seconda grande guerra magica ha inizio e lo scontro finale con Lord Voldemort si fa sempre più vicino.

Differenze tra romanzo e film

Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1 presenta varie differenze rispetto alla propria controparte letteraria. Di seguito riportiamo le più significative:

  • Nel romanzo, le sette versioni di Harry Potter viaggiano verso diverse destinazioni per confondere i Mangiamorte. Il film lascia intendere che viaggino tutti verso la Tana.
  • Il personaggio di Charlie Weasley non è presente nella versione cinematografica.
  • Il diciassettesimo compleanno di Harry nel romanzo viene festeggiato a differenza della versione cinematografica. In quel momento il ministro giunge alla Tana per recapitare il lascito di Albus Silente.
  • Durante il matrimonio, nel romanzo, Harry tramite l’utilizzo della pozione polisucco, assume le sembianze di un anonimo ragazzo dai capelli rossi per confondersi tra i numerosi Weasley e non farsi riconoscere.
  • Nel romanzo, giunti a Grimmauld Place, Harry ispeziona la vecchia camera di Sirius, trovando una lettera scritta da sua madre, Lily.
  • Harry, nel romanzo, ottiene la fiducia di Kreacher donandogli il falso medaglione del suo vecchio padrone, Regulus Black. Da quel momento Kreacher diventa notevolmente più servizievole e gentile nei confronti dei 3 maghi.
  • Nella pellicola non è presente il Ghoul camuffato da Ron, realizzato per giustificare l’assenza del mago da Hogwarts. Il Ghoul avrebbe dovuto personificare Ron malato di spruzzolosi.
  • La scena in cui Hermione modifica la memoria dei genitori nel romanzo è solo accennata e non mostrata come nel film.
  • Nel romanzo Hermione si è documentata sul metodo per distruggere gli Horcrux su alcuni libri presi a Hogwarts e lo spiega ai due amici.
  • Harry ed Hermione giungono a Godric’s Hollow camuffati grazie all’utilizzo della pozione polisucco.
  • Non è presente la frase L’ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte, sulla tomba dei Potter.
  • Nel film non è presente la sequenza di Radio Potter.
  • Le sequenze in cui Harry ed Hermione danzano è presente solo nella versione cinematografica.
  • Ron scopre che il nome di Voldemort è un tabù dopo il suo abbandono e non al ministero della magia.
  • I tre maghi, nel romanzo, vengono catturati poiché Harry pronuncia il nome tabù di Voldemort.

Curiosità dal film

Di seguito riportiamo alcune curiosità relative al solo adattamento cinematografico :

  • Inizialmente era previsto un solo film per l’ultimo romanzo della saga ma, data la mole della sceneggiatura, si è deciso di realizzare due pellicole.
  • Daniel Radcliffe ha dovuto girare oltre 90 ciak per la sequenza dei 7 Potter.
  • È il primo film della saga in cui J.K Rowling ha un ruolo da produttore.
  • Guillermo del Toro e M.Night Shyamalan avrebbero voluto dirigere il film.
  • Il film vede il ritorno di John Hurt nel ruolo di Olivander, dopo la sua prima apparizione in Harry Potter e la Pietra Filosofale.
  • Le sequenze della tortura di Hermione furono così reali da far impaurire la troupe. Più volte Helena Bonham Carter si è avvicinata ad Emma Watson per chiederle come stava. Molte scene di tortura sono state eliminate dalla versione finale del film.
  • Inizialmente il film si sarebbe dovuto concludere con l’arrivo di Harry e gli altri a Villa Malfoy.
  • La sequenza del ballo tra Harry ed Hermione, pur non presente nel libro, è una delle preferite di J.K Rowling.

Emanuele Buo

Commenti

Commenti

CONDIVIDI