Home Scienze Biologia Ermafroditismo: maschi e femmine tutt’in uno

Ermafroditismo: maschi e femmine tutt’in uno

200

Tutti noi siamo abituati al sempiterno dualismo maschio-femmina, uomo-donna, ma la natura non è solita inserire gli esseri viventi in categorie definite. Ciò che può valere per noi umani, può non valere per altre specie animali, e l’ermafroditismo ne è un esempio.

Cenni sulla determinazione del sesso

Il sesso negli animali può essere determinato in due modi.

La determinazione singamica è quella che si ha al momento della fecondazione ed è data dai cromosomi sessuali, come in noi esseri umani.


La determinazione metagamica è invece regolata da fattori ambientali:

  • la temperatura (ad esempio dalle uova di coccodrilli tenute a basse temperatura nasceranno delle femmine, mentre per le tartarughe è il contrario)
  • la luce
  • la dimensione dell’ospite in alcuni parassiti
  • sovraffollamento della popolazione, con un virare dei nuovi nati verso il sesso opposto rispetto a quello più presente

L’ermafroditismo simultaneo

L’ermafroditismo simultaneo prevede la presenza di entrambe le strutture riproduttive maschili e femminili su uno stesso individuo nello stesso momento.

Gli ermafroditi simultanei possono essere sufficienti se possono fecondarsi da soli, come nel caso della Taenia solium, o insufficienti, se non ne sono in grado. Questo secondo caso è più comune e più vantaggioso perché assicura un ricambio genetico alle nuove generazioni. Gli ermafroditi insufficienti, come ad esempio lumache, chiocciole e lombrichi, molto spesso provvedono ad una fecondazione incrociata, ossia ad un vicendevole scambio di cellule sessuali, comportandosi entrambi sia da “mamma” che da “papà”.

ermafroditismo
Rituale d’accoppiamento di Limax maximus. Le protuberanze bluastre sono gli organi riproduttivi degli individui, con cui si scambiano gli spermi tramite un cordone di muco.

Ermafroditismo sequenziale

Alcuni animali nel corso della vita possono cambiare sesso spontaneamente. L’ermafroditismo sequenziale può essere di due tipi:

  • proterandrico con sviluppo nei giovani dei caratteri sessuali maschili e successivamente di quelli femminili, come nelle orate e nei pesci pagliaccio. Produrre uova richiede un maggior dispendio energetico rispetto alla produzione di sperma, perciò femmine più grandi e meglio nutrite potranno produrre più uova
  • proteroginico, se accade il contrario, come nei pesci labridi. In questo caso di solito il maschio è più grande per proteggere un territorio ed eventualmente un harem.

Il cambiamento di sesso può essere programmato geneticamente, raggiunta una certa età o una certa taglia, come nel pesce Napoleone, o dato da fattori sociali. Ad esempio, alla morte o allontanamento del maschio in un harem, la femmina più grossa cambia spontaneamente di sesso, salvo tornare allo stato di femmina se dovesse presentarsi nel territorio un maschio più grosso.

ermafroditismo
Accrescimento e consequenziale cambiamento di sesso di un individuo della specie Cheilinus undulatus, il pesce Napoleone, della famiglia dei Labridae.

Intersessualità

A volte può capitare che per anomali genetiche alcuni individui possano presentare caratteri sessuali sia maschili che femminili. È il caso ad esempio della sindrome di Klinefelter, che si manifesta con gonadi maschili piccole e caratteri secondari tipici femminili, come il seno o i fianchi, oltre che una peluria molto scarna.

Alcuni animali presentano un’apparente intersessualità: alcuni maschi, i cosiddetti “sneaker males” infatti possono avere sembianze di femmine, pur conservando integra la loro capacità riproduttiva. Questo permette loro di avvicinarsi agli harem senza suscitare la risposta del maschio dominante, che è anzi ben contento di accettare una nuova arrivata nel gruppo. A questo punto lo sneaker male può, di nascosto, accoppiarsi tranquillamente con le femmine disponibili, in barba alla forza bruta. È questo il caso di alcuni pesci, seppie e anche qualche primate.

L’ermafroditismo è più vantaggioso per specie di piccole dimensioni che vivono in ambienti ampi dove è difficile incontrare un partner. Per cui è meglio, quando finalmente la performance può avere luogo, che ognuno dei due amanti sia pronto a qualsiasi evenienza. 100% di probabilità di non andare in bianco.

Lucrezia Guarino

Bibliografia

Hickman, Roberts, Keen, Eisenhour, Larson, I’Anson, “Zoologia“, McGraw-Hill

Commenti

Commenti