Home Letteratura moderna e contemporanea (1500-oggi) Letteratura anni 2000 “Antologia La Cooltura narrativa” Vol. 2: sguardo agli autori

“Antologia La Cooltura narrativa” Vol. 2: sguardo agli autori

2090
Antologia La Cooltura narrativa

Il nostro concorso letterario si è concluso. Scopriamo di più sugli autori e sui racconti pubblicati all’interno del secondo volume dell’Antologia La Cooltura narrativa.

Antologia La Cooltura narrativa

Il secondo volume dell’Antologia La Cooltura narrativa – nata dal concorso letterario organizzato in collaborazione con il Terebinto Edizioni – presenta dodici racconti di vario genere ed alcune illustrazioni. Il volume è suddiviso in tre sezioni. Ancora ampio spazio per i racconti realistici ma anche molto materiale per gli amanti del fantasy e dell’horror.

Eleonora Bonora – Una macchia sul bianco

Siamo in tempo di guerra e, la famiglia della protagonista, si sta preparando per la cena di Natale. Presto, dei soldati faranno irruzione nella loro casa e quattro anime di buon cuore saranno costrette a lasciare per sempre le loro vite

Eleonora Bonora ha quattordici anni e frequenta la prima liceo linguistico a Fossano.
Ama scrivere e ha iniziato con brevi racconti quando aveva circa nove anni. Le piace il fatto di poter raccontare la sua realtà delle cose e che, tramite i racconti, le persone possano capire le sue idee e le sue opinioni.
Da due anni scrive sulla piattaforma di Wattpad e, con l’aiuto dei suoi lettori, cerca di migliorare sempre di più nella scrittura.

Bianca Cardito – Ermione, Vivianne

Non vi è luogo, circostanza, trama esistenziale che non possa ospitare le battute iniziali dell’innamoramento. Godetevi la nascita di due storie d’amore possibili il cui seguito è lasciato alla vostra immaginazione.

Bianca Cardito è una studentessa universitaria prossima alla laurea triennale in “Lettere Moderne” presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Sin dai tempi delle scuole medie scrive racconti di vario genere o brevi poesie. Diverse esperienze di vita, la collaborazione con alcune testate giornalistiche ed una riscoperta passione per gli studi umanistici l’hanno spinta a non abbandonare mai la scrittura quanto piuttosto a coltivarla – giocandovi e sperimentandola – ed a perfezionare, poi, quegli stessi esperimenti che le parevano ben riusciti. La scrittura è, oggi, il tratto più caratterizzante della sua personalità.

Maria Coppola – Dove sarà

Cosa può spingere una figura ad agitarsi in un cortile in una giornata caldissima? Probabilmente la cosa più semplice di quello che si possa pensare, un po’ come nei problemi della vita dove la soluzione risulta la più evidente.

 

Maria Coppola. Terza di sei figli è nata nella provincia di Napoli sul finire dell’estate.
Dopo una spensierata infanzia, con la sua famiglia, si è trasferita nell’alto casertano ma il suo cuore non ha voluto saperne di venire con lei; così ha vissuto l’adolescenza con lo sguardo al futuro – per quello che sarebbe diventata – e una lacrima al passato per ciò che aveva lasciato.
Un giorno per caso ha scoperto che poteva alleggerire il cuore con la scrittura e così si è improvvisata, tappezzando la sua vita di scritti.
Attualmente è casalinga, vive in un paesino tranquillo con suo marito e i tre bambini.

Letizia Laezza – In qualsiasi forma io ci sarò

Ania è una giovane donna che si trova ad affrontare il naturale e complicato processo della crescita, come tutte le giovani donne; ma la sua vulnerabile emotività è soggetta a frequenti scossoni esterni. Quando intorno a lei vedrà solo macerie, dovrà solo decidere se sedersi a piangere o ricostruire.

Letizia Laezza. Nata a Napoli il primo gennaio 1993, si laurea in lettere moderne nel 2015. Continua gli studi magistrali in “discipline dello spettacolo” presso l’università Federico II.
Studia teatro, fra gli altri, presso il rinomato laboratorio “Elicantropo” di Carlo Cerciello, ed inizia la sua attività di redattrice già nel 2013. La collaborazione con la testata “La Cooltura”, per la quale si occupa peculiarmente della sezione arte e spettacolo, inizia nel marzo 2016.
Autrice esordiente nell’ambito della narrativa, è alla sua seconda pubblicazione.

Valentina Ferri – La stampella

Aimo è un personaggio senza tempo, abita le nostre città ma potrebbe stare fuori le mura di un borgo medievale o alla corte di un nobile del Settecento. Aimo rappresenta le nostre pulsioni segrete, svela l’ambivalenza e l’ambiguità che ci appartengono, ci invita ad illuminare le  nostre zone d’ombra.

Valentina Ferri. Nata tra i libri di famiglia, ha imparato a leggere e scrivere in età prescolare.
I libri hanno accompagnato la sua vita da sempre, prima come libraia e poi come restauratrice di libri, la sua attuale professione.
Inevitabile per lei confrontarsi con la scrittura, un linguaggio che le appartiene da lettrice e che è lo strumento che utilizza per fissare un istante, una persona, un’esperienza, con l’occhio centrato sul quotidiano e sui mille personaggi che lo abitano.

Giuliana Gusmini – Stampella, Pochette (illustrazioni)

Giuliana Gusmini. Ha un’estesa esperienza nel campo del disegno a mano libera.
Nutre un particolare interesse per l’illustrazione a tratteggio in bianco e nero tipica delle incisioni didascaliche e delle miniature e coltiva una spiccata predisposizione per un disegno pulito, silenzioso e rispettoso dello spazio che lo avvolge, con disegni curati nel dettaglio e nella gradazione armonica del chiaroscuro.

Vincenzo Gatta – Cavie

I due protagonisti del racconto, Karl e William, formano una strana coppia. Karl è carattere estroverso, un allegro istrione spendaccione. William è un tipo cupo ed introverso a cui basta poco per vivere. Sono alla ricerca della figlioletta di un nobile rapita da qualcuno che ne ha massacrato la scorta.

Vincenzo Gatta. Ha una laurea magistrale in scienze storiche con un curriculum Medievale Rinascimentale.
È attualmente ancora alla ricerca della sua strada, fino ad ora ha provato ad accedere al dottorato senza successo, così va avanti con lavoretti da pochi euro. Cavie è il primo racconto che scrive appositamente per la pubblicazione, ha scritto altre storie, ma per le partite di Dungeons e Dragons con amiche ed amici.

Oriana Mortale – Fuel

La vita è un dono. La morte, in quanto sacrificio, lo è altrettanto. Questa è una storia sugli equilibri della natura, sulla morte, che non è la fine, ma la più estrema trasformazione di cui noi umani siamo a conoscenza.

Oriana Mortale. Si trova sulla labile linea di confine tra la giovinezza e l’età adulta (semi-cit.). Studia lettere classiche, ama leggere e scrivere. È un’appassionata di tutto ciò che è queer che le passi tra le mani. Un giorno sogna di diventare una persona reale, come Pinocchio.

Giuseppe Cipolletta – Io sono il Servitore                                                                           Se il nuovo ha un inizio…

È un giorno di grande festa per il Regno. Il Re e i sudditi si dedicano alla danza, tutto sembra perfetto fino all’apparizione di una figura misteriosa che porta l’annuncio di una terribile vendetta…

Giuseppe Cipolletta. Ha una laurea magistrale in scienze storiche. Appassionato di cultura classica, dopo aver abbandonato sogni e amori in Italia, vive all’estero passando da un lavoro all’altro con la sua famiglia. Spera un giorno di scrivere nuovi racconti in inglese, per sua figlia.

Fabio Brinchi Giusti – 666app

La tranquilla vita di Davide è sconvolta da una misteriosa app che si è infilata, chissà come, nel suo smartphone. 

Fabio Brinchi Giusti è nato nel 1990 ed è laureato in Scienze Politiche. Ha iniziato a scrivere negli anni dell’adolescenza e nel 2011 ha pubblicato il primo racconto nell’antologia Il bit dell’avvenire insieme al Premio Strega Antonio Pennacchi. Suoi articoli sono comparsi su “Linkiesta”, “Donna Moderna”, “Next Quotidiano” e “Starbene”. Nel 2018 uscirà il suo romanzo d’esordio Colpo di stato su un asteroide, edito da Bookabook.

Miriam Bonne – Lo storyteller

In un futuro lontano in cui i libri non esistono più, un giovane ambizioso accetta di lavorare privatamente come scrittore presso una ricca signora. Sicuro di star realizzando il sogno della sua vita, si accorgerà presto che potrà ottenere ciò che desidera solo a un caro prezzo…

Miriam Bonne è nata a Napoli nel 1984. Laureata in Scienze del Turismo per i Beni Culturali, è una vorace lettrice e appassionata di arte e di archeologia. Tra il 2015 e il 2016 ha auto pubblicato tramite la piattaforma KDP di Amazon la trilogia fantasy Il dono dell’Imperatore. Nel 2016 è stata premiata per il racconto La voce dell’anima al Concorso Letterario Internazionale “EMOZIONI IN BIANCO E NERO – fiabe, poesie, racconti… storie di carta” indetto dalle Edizioni del Poggio. Nel 2017 il suo racconto Si spengono le stelle è stato selezionato dall’organizzazione “Letteratura Horror” per entrare a far parte dell’antologia Orrore al Sole 2017.

Antologia La Cooltura narrativa vol. 2

Entrambi i volumi dell’antologia – pubblicati in coedizione con il Terebinto – sono già disponibili su Amazon al prezzo promozionale di 10 euro. È inoltre possibile acquistarli anche in formato ebook (mobi/epub).

Commenti

Commenti