Home Musica Musica anni 2000 Canzoni estive: che ascoltiamo dal 2005 ad oggi

Canzoni estive: che ascoltiamo dal 2005 ad oggi

1551

Facciamo un tuffo nel passato e ripercorriamo le nostre estati dal 2005 ad oggi attraverso le hit che durante il periodo estivo hanno invaso le radio e che hanno sicuramente caratterizzato alcuni dei nostri ricordi più belli.

I ritmi latini nelle nostre canzoni estive

Nel 2005 una delle canzoni estive più trasmesse è stata Mas que nada dei Black Eyed Peas, brano dai ritmi latinoamericani che ha fatto ballare a suon di samba grandi e piccini mentre, sempre nello stesso periodo, gli Zero Assoluto deliziavano con la loro delicatezza e dolcezza con il brano Semplicemente.

Nel 2006 tornano ancora gli Zero Assoluto con Sei parte di me, sempre con tonalità tranquille e sdolcinate, controbilanciate dalla potenza e dalla vivacità del brano house World, hold on del dj Bob Sinclar.

Nel 2007 compaiono nuovamente i ritmi sudamericani (che effettivamente si stanno diffondendo maggiormente negli ultimi anni ) con la canzone Toda joia toda beleza, che, appunto, entra perfettamente nel clima estivo con la sua esortazione ad una vita gioiosa e tranquilla, che corrisponde per la gran parte della popolazione proprio all’estate, al dolce far nulla ed alla voglia di divertirsi.

Nel 2008 esce No stress di Laurent Wolf che cita «Non voglio lavorare oggi, forse voglio solo rilassarmi, prendermela comoda perché non c’è nessuno stress», decisamente adatta alla mentalità estiva, no?

Nel 2009 tornano in classifica i toni disco di Bob Sinclar con Lala song.

Nel 2010 è poi la volta di Pitbull che, dopo aver conquistato il grande pubblico con il brano I know you want me, torna a far ballare con Oye Baby. Già in queste due canzoni sono presenti gli intercalari più conosciuti (ed imitati) del cantante: «Mr Worldwide» e «Dale»!

Durante il 2011 le stazioni radio e tutti i canali di musica sono stati invasi dalla canzone Danza Kuduro, che in breve tempo è diventata un tormentone che in ogni villaggio o campo estivo era ballata ad ogni ora del giorno e della notte. È arrivato poi il momento di Price Tag di Jessie J che ha fatto sorridere e forse un po’ anche riflettere grazie al messaggio che la canzone si proponeva di dare: «dimenticatevi delle etichette, pensiamo solo a stare bene tutti insieme senza discriminazioni».

Jessie J canzoni estive
Come dimenticare poi Gustavo Lima con la sua Balada? Dire che questa è stata la più importante tra le canzoni estive del 2012 forse è poco perché ha avuto davvero un’espansione virale, assieme all’impronunciabile Ommalleo Simpallao ed alla dolcissima Carly Ray Jepsen con il suo successone Call me maybe.

Qualche mese prima del periodo estivo è poi stata pubblicata la canzone Summer Paradise dei Simple Plan che non poteva che essere una delle canzoni più cantate dell’estate. Il brano infatti racconta di un fantastico amore estivo ormai perduto: chi non ha mai perso la testa per una fiamma estiva?

Due anni fa, nel 2013 quindi, la popolazione mondiale si è sbizzarrita nelle discoteche con i brani house That Power di Justin Bieber e Will.I.am, I need your love di Calvin Harris e la bellissima Wake me up di Avicii che con un’intro più folk si apre poi nel progressive house del ritornello.

Anche il 2014 è stato un anno molto pieno sotto il punto di vista musicale. È il turno delle canzoni estive Am I wrongPapaoutai del cantante francese Stromae, Rather be (che, a causa della frequenza con cui veniva trasmessa, ha fatto quasi venire il voltastomaco), la tranquillissima Budapest di George Ezra e Best day of my life degli American authors.

Arriviamo finalmente al 2015 e se non conoscete queste canzoni estive sicuramente le ascolterete a breve a causa della grande diffusione che stanno avendo. Nessuno si salva dalla musica commerciale, spiacente. Torniamo ai tormentoni: tra le canzoni italiane estive quest’anno spiccano particolarmente Maria Salvador del rapper J-Ax ed il brano Buon Viaggio di Cesare Cremonini. Se ci spostiamo invece sul panorama internazionale incontriamo nuovamente brani in lingua spagnola e, in particolare, El mismo sol di Alvaro Soler. Dagli Stati Uniti invece arrivano Jason Derulo con Want to Want Me, la stranissima (e ripetitiva) Lean On di Major Lazer e la canzone di OMI dai ritmi un po’ reggae Cheerleader.

Insomma, è inutile far notare quanto effettivamente queste canzoni estive abbiano uno spessore culturale non molto elevato ma fa sempre bene ascoltare un po’ di musica che ci alleggerisca l’animo e ci faccia dimenticare i pensieri più tristi, ed è esattamente questo quello che le canzoni estive si propongono di fare: far scaricare tutta la tensione accumulata durante l’anno per arrivare poi finalmente a dire “No stress”.

Daniela Diodato

Commenti

Commenti

CONDIVIDI