Home Musica Rock Michele Luppi: nuovo tastierista dei Whitesnake

Michele Luppi: nuovo tastierista dei Whitesnake

2464
Michele Luppi entra nei Whitesnake

È sempre bello vedere, in un momento di crisi e di impasse per il settore musicale italiano, come alcuni dei nostri talenti vengano riconosciuti all’estero, e dà ancora più soddisfazione se, ad esprimere questo riconoscimento, è una band di calibro mondiale. Proprio per questa ragione siamo felici di annunciare che Michele Luppi, attuale cantante dei Secret Sphere, ma con una lunga carriera alle spalle, è stato reclutato come nuovo tastierista e seconda voce dai Whitesnake, storica hard rock band inglese.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=swPt9HBRXuE]

L’annuncio arriva direttamente dal sito ufficiale del gruppo di David Coverdale, che oltre a riportare la notizia dell’ingresso in formazione di Michele Luppi, ripercorre le fasi più importanti della sua carriera.

Gli inizi e la carriera di Michele Luppi

Nato il 7 Aprile del 1974 a Carpi, Michele Luppi scopre la sua passione per la musica all’età di 9 anni, e decide di iniziare lo studio del pianoforte; nonostante i suoi studi siano stati, almeno all’inizio, prevalentemente di stampo classico, la sua passione per band come Kiss, House of Lords, Mr. Big, Winger, e, per l’appunto, Whitesnake, influenzeranno il suo gusto musicale e la sua carriera.

Dopo aver fondato nel 1994 i Mr. Pig, con cui suonerà prevalentemente canzoni dei già citati Mr. Big, Luppi inizia una lunga gavetta, che lo porterà a collaborare con band emergenti, ma anche con artisti rinomati come Maurizio Solieri, lo storico chitarrista di Vasco Rossi, e con Ian Paice, il batterista dei Deep Purple, in occasione di un tributo alla sua band di appartenenza.

Michele Luppi entra nei Whitesnake
Michele Luppi con i Vision Divine

Nel 2003 Michele Luppi viene reclutato dai Vision Divine, gruppo power/progressive metal formato da Olaf Thorsen, uno dei più famosi chitarristi heavy metal italiani, nonché fondatore dei Labyrinth. Nonostante il cantante abbia l’ingrato compito di sostituire Fabio Lione, il frontman dei Rhapsody of Fire, uno dei più stimati vocalist di matrice power in ambito mondiale, Luppi si integra al meglio nella band toscana, producendo i dischi Stream of Consciousness, The Perfect Machine, The 25th Hour ed il DVD Stage of Consciousness, che vengono riconosciuti come i lavori meglio riusciti del gruppo.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=6TYUQN5ULcc]

Nel 2008, Michele Luppi annuncia la sua uscita dai Vision Divine, e si dedica prevalentemente ai suoi progetti solisti, per poi entrare a far parte, nel 2010, dei Secret Sphere, altra band di spicco del panorama metal italiano, con cui realizza l’album Portrait of a Dying Heart.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=Qy98zDaGRmw]

L’ingresso nei Whitesnake: il coronamento di una lunga carriera.

 Se sui Whitesnake e su David Coverdale si è già scritto tutto il possibile, sulla loro importanza storica, sui loro album capolavoro, sul’inossidabile carisma del loro frontman, affermatosi nei Deep Purple e consacratosi con la band britannica, è importante, invece, soffermarsi sull’ingresso di Michele Luppi.

La sua non è solo la storia di un cantante, indubbiamente dotato sul piano tecnico, che ‘ce l’ha fatta’, ma è anche, e soprattutto, la storia di un artista che si è sempre impegnato nel perseguire i suoi obiettivi, che ha fortemente creduto ai suoi sogni, e che, dopo una lunghissima gavetta, fatta di alti e bassi, può dire di aver realizzato il desiderio nascosto di qualsiasi persona che ami la musica: suonare per la band che amavi da bambino.

Proprio per questa ragione, auguriamo il meglio ad uno degli artisti più validi della scena musicale italiana, e non possiamo che essere curiosi di sentirlo on stage con i Whitesnake il prossimo 29 Novembre all’Alcatraz di Milano.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=3oRIt3_zCY0]

Claudio Albero

Commenti

Commenti

CONDIVIDI