Home Storia moderna Riforma e controriforma La storia del processo alle streghe di Salem

La storia del processo alle streghe di Salem

4047
Salem

salem
Massachusetts 1692, il processo alle streghe di Salem

La comunità di Salem: storia e origine del piccolo villaggio

Correva l’anno 1626, quando la piccola comunità di Salem Village venne fondata  da Roger Conant; il luogo era strategico ed ideale per ospitare una piccola civiltà, dedita alla pesca e al commercio sulla costa atlantica del Massachusetts, Essex. Il piccolo centro di Salem si trasformò alcuni anni dopo con l’arrivo di immigranti pellegrini puritani, che provenivano dall’Europa stremata dalle guerre di religione e sociali. Il paese, retto da un consiglio municipale, concesse terre e proprietà ai nuovi abitanti e al piccolo villaggio iniziale, dopo circa un decennio, si aggiunse una Salem Town. Tutto funzionava con perfetta armonia tra potere religioso, economico e mercantile. Tuttavia intorno al 1691 cominciò a delinearsi una delle più crudeli e terribili cacce alle streghe di cui si abbia memoria.

L’inizio dei sospetti e le accuse di stregoneria

I sospetti di possessione diabolica nacquero quando alcune giovani donne del villaggio cominciarono a comportarsi in modo strano.

Betty ParrisAbigail Williams (rispettivamente figlia e nipote del reverendo Samuel Parris), a seguito dei loro bizzarri comportamenti, vennero portate dal medico locale William Griggs. Quest’ultimo stabilì che esse non erano affette da una semplice malattia ma che fossero tate prese di mira dal “malocchio“.

Altre giovani sospettate invece si riunivano di solito per indovinare e progettare il loro futuro. Una delle ragazze creò una specie di sfera di cristallo (un bianco di uovo galleggiante in un bicchiere pieno d’acqua). La ragazza, una volta interrogata al processo, avrebbe raccontato di aver visto, sospeso nel bicchiere, “uno spettro in sembianza di bara”.

A quei tempi la stregoneria era severamente proibita e si convenne nello sporgere denuncia contro ignoti. Tuttavia, il reverendo Parris inizialmente decise di non agire denunciando le ragazze.

salem
Frontespizio del libro contenente i verbali degli interrogatori.

In seguito una donna del villaggio, Mary Tibley, decise di attuare un esperimento per verificare la reale natura delle sospettate. Questa, con l’aiuto di Tituba e John Indian (domestici del reverendo Parris) diede in pasto ad un cane una focaccia impastata con l’urina delle presunte streghe. Qualora il cane avesse avuto gli stessi sintomi delle ragazze, allora queste ultime si sarebbero dimostrate delle streghe.

Gli arresti

In seguito a questi avvenimenti, ci furono diversi interrogatori nei confronti delle ragazze del villaggio. Betty Parris e Abigail Williams, tra le altre, accusarono tre donne: la schiava TitubaSarah Good e Sarah Osborne. La prima confessò di essere una strega mentre le altre due invece negarono. Durante la detenzione Sarah Osborne morì, apparentemente per cause naturali.

Le denunce non cessarono, e vennero accusate e arrestate numerose altre donne. Il reverendo Parris dunque sottopose al digiuno le sospettate al fine di svelarne la vera natura. Ciò provocò gravi manifestazioni patologiche: quali convulsioni, momentanee paralisi degli arti o emissione di stani suoni sibilanti.

Inoltre cominciò a diffondersi una forte suggestione collettiva. Infatti durante l’interrogatorio Martha Cory, i presenti dichiararono di percepire strane sensazioni fisiche. I pastori della comunità di Salem cominciarono allora a sostenere che si trattassero realmente di fenomeni di stregoneria.

La conferma arrivò quando Abigail Williams confessò che l’artefice del complotto era George Borroughs, un ex-pastore trasferitosi nel Maine, che venne accusato di essere uno stregone.

Era aprile del 1692 quando presunte streghe e stregoni vennero arrestati e condotti nelle carceri di Boston.

Il processo del 1692

Il primo processo avvenne il 2 giugno dello stesso anno e una donna di Salem Village, Brigdet Bishop, salì sul patibolo con la condanna di morte, insieme ad altre cinque imputate, tra cui Sarah Good. Il 5 agosto vennero condannate altre cinque donne e due uomini, tra cui il reverendo George Burroughs. Altri dati storici sostengono che nel mese si settembre furono 11 le donne che finirono sulla forca, tra cui una incinta. Giles Cory, marito di una delle prime presunte streghe arrestate, fu torturato a morte, mentre altre otto donne venivano giustiziate il 22 settembre 1692.

Quello del 1692 non fu il primo caso di sortilegio e stregoneria nel New England, ma, a differenza di questo, tutti i precedenti processi si conclusero con lievi pene.

salem
Cotton Mather, figlio di Increase: uno dei principali accusatori

Venne stilato un documento da Increase Mather, pastore puritano di Boston, che insieme con altri pastori sosteneva e dichiarava che per condannare a morte bisognava dimostrare di avere prove valide e non basare le accuse soltanto su sospetti o indizi. I giudici si erano, dunque, basati su confessioni di altri imputati e ritenevano le loro testimonianze efficaci per condannare altre persone.

Tra le confessioni si parlava di “manici di scopa, rituali blasfemi, rapporti carnali col demonio, patti luciferini firmati col sangue o apparizioni spettrali, forme di telepatia o manifestazioni di poteri particolari, irreligiosità dell’inquisito”.

Salem
Processo alle streghe di Salem

La fine del processo

Quando nell’autunno dello stesso anno ci si rese conto che le esecuzioni pubbliche non erano riuscite a porre fine all’ondata di stregoneria nella cittadina di Salem, i giudici e la Corte di giustizia vennero sciolti il 12 ottobre dal governatore Phips, che proibì ogni ulteriore carcerazione o processo per casi di stregoneria. Qualche mese dopo, tuttavia, una speciale Corte di giustizia prese in esame gli ultimi 52 casi: 49 detenuti furono assolti mentre ai tre condannati a morte fu commutata la pena.

Infine la ragione prevalse e, dopo quattro anni dall’inizio del terribile processo, giurati e giudici coinvolti firmarono un documenti nel quale ammisero di aver commesso diversi errori e chiesero clemenza. Dall’inizio del 1693 non si registrarono più casi di stregoneria o di sortilegio.

Valentina Labattaglia

Sitografia:

http://www.vampiri.net/magia_64.html

http://www.esoterismoemisteri.com/le_streghe_di_salem.html

Commenti

Commenti

CONDIVIDI