Home Cinema e Serie TV Serie TV Orange Is the New Black: Piper e le ragazze sono tornate

Orange Is the New Black: Piper e le ragazze sono tornate

1102

Orange Is the New Black (OITNB) è una serie televisiva prodotta da Netflix, ispirata alle memorie di Piper Kerman: Orange Is the New Black, My Year in a Women’s Prison. A dare vita al personaggio di Piper Kerman è l’attrice Taylor Schilling.
La serie ad oggi è composta da sei stagioni, ognuna delle quali costituita da tredici episodi della durata di circa un’ora ciascuno.

Il 27 luglio 2018 è stata rilasciata su Netflix la sesta stagione.

Orange Is the New Black è stata, ed è, una serie di un successo planetario, basti pensare alle varie candidature e vittorie ai più famosi concorsi, dedicate a film e serie tv, come i Golden Globe ed Emmy Awards.

orange is the new black
Le protagoniste

Orange Is the New Black, la trama

La storia di Orange Is the New Black ripercorre a grandi linee il periodo di detenzione al penitenziario di minima sicurezza di Litchfield di Piper Chapman, accusata di aver trasportato una valigia piena di droga per conto di Alex Vause, sua fidanzata in quel periodo. In carcere Piper incontrerà di nuovo Alex, le due, dopo un iniziale astio, si riavvicineranno sempre di più.

Nel corso delle puntate faremo la conoscenza delle varie detenute e delle varie guardie del penitenziario, e, grazie all’ausilio di flashback, ripercorreremo il percorso delle detenute che le ha portate ad entrare a Litchfield.

La sesta stagione segnerà un punto di svolta nella serie, a causa di una rivolta in carcere, le detenute saranno spostate in un carcere di massima sicurezza, segnando l’inizio di nuove storie, e l’introduzione di nuovi e più crudeli personaggi.

Le protagoniste

Pur essendo ispirata alla vita di Piper, non tutti i personaggi apparsi nella serie, sono realmente esistiti, ma grazie ad una eccezionale caratterizzazione e un’accurata scrittura dei personaggi, gli autori sono riusciti a dar vita a personaggi che pian piano sono entrati nel cuore dei telespettatori, facendo sì che, non sia solo Piper la protagonista della serie, bensì, tutte le ragazze, che con le loro storie, personalità e il loro carattere, sono riuscite a diventare personaggi fondamentali per la serie, senza i quali, quest’ultima non avrebbe il successo che ha.

In particolare, punto focale di questa stagione, saranno Tasha “Taystee” Jefferson interpretata da Dainelle Brooks e Dayanara “Daya” Diaz, la prima affronterà in modo diretto le conseguenze della rivolta della passata stagione, e la seconda, in seguito alle violenze subite a causa delle nuove guardie, cercherà metodi alternativi per addomesticare il dolore.

Aggiunta della sesta stagione, sono le sorelle Barb e Carol, che porteranno avanti, per tutta la stagione, il loro odio reciproco e la loro guerra tra bande.

Carcere nuovo, vita nuova

Con il trasferimento delle detenute al carcere di massima sicurezza, ci troveremo davanti a nuove storie, grazie alla presenza di altre detenute e di altre guardie.
Ci troveremo davanti a detenute con trascorsi più violenti e di conseguenza più cattive, rispetto a quelle che già conosciamo e quindi avremo davanti guardie più violente e per nulla restie all’utilizzo di violenza fisica nei confronti delle ragazze.

Una critica alle carceri

Uno dei punti importanti della biografia e della serie Orange Is the New Black, è sicuramente la critica al sistema penitenziario americano, nella serie viene mostrato spesso il degrado delle docce, o la scarsa qualità del cibo, della mancata pulizia, ma soprattutto, viene mostrata la poca umanità da parte delle guardie nei confronti delle detenute, più volte picchiate, e in alcuni casi, abusate sessualmente, in cambio di favori.
Orange Is the New Black, cerca, dunque, di far aprire gli occhi sul livello delle carceri, affinché si possa migliorare la qualità di vita delle detenute.

Emanuele Buo 

Commenti

Commenti

CONDIVIDI