Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche di Napoli: la storia

Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche di Napoli organizza sempre tante rassegne, seminari e mostre. Qual è la sua storia?

Storia del Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche

Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche
Logo del Centro Musei

Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche è stato istituito nel 1992 e comprende i musei di Mineralogia, Zoologia, Antropologia, ubicati nel Collegio massimo dei Gesuiti in via Mezzocannone 8, e quello di Paleontologia che si trova nel Complesso dei Santi Marcellino e Festo, sito a Largo San Marcellino 10. Inoltre nel 2002 è stato istituito anche il museo di Fisica, collocato sempre in via Mezzocannone 8. Il Centro Musei delle  Scienze Naturali e Fisiche occupa una superficie di 4000 m. q. e custodisce reperti provenienti da tutto il mondo. Il Centro ospita visitatori e attira la loro attenzione organizzando eventi particolari, come convegni, mostre e seminari. Grazie alle guide presenti e ai diversi supporti interattivi è possibile apprendere meglio e con grande semplicità anche argomenti poco chiari per chi non è del settore.

Ecco in breve la storia dei Musei che ne fanno parte:

Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche
Collezioni del Real Museo Mineralogico

  1. Il Real Museo Mineralogico, istituito nel 1801 da Ferdinando IV di Borbone, comprende 2500 reperti suddivisi in varie Collezioni: sono presenti minerali delle varie ere geologiche tutti di grande rarità e bellezza. Tra le principali Collezioni si ricordino la Vesuviana, quella dei Cristalli Artificiali, quella dei Minerali di Tufi Campani, quella dei Meteoriti, quella delle Pietre Dure, quella delle Medaglia coniate in lava del Vesuvio e infine quella degli Strumenti Scientifici.

    Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche
    Reperti del Museo Zoologico
  2. Il Museo Zoologico, fondato nel 1813, è caratterizzato dalla presenza di numerose specie animali, come la Tigre Siberiana, il Cervo Porcino e la Foca Monaca catturata nel Golfo di Napoli; inoltre ci sono la Collezione Malacologia e quella Elmintologica.
  3. Il Museo di Antropologia, creato dall’ Università di Napoli nel 1881, presenta collezioni che documentano bene la paleobiologia e la preistoria dei popoli del Sud Italia, ma anche dell’Europa, dell’Asia occidentale, del Nord Africa e dell’America. Seppur in maniera limitata sono presenti materiali etnografici provenienti dall’Africa orientale ed equatoriale.

    Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche
    Collezioni di crani preistorici
  4. Il Museo di Paleontologia, istituito nel 1932, comprende numerose raccolte ottenute da scambi e acquisizioni che hanno favorito l’aumento dei reperti.

    Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche
    Reperti del Museo di Paleontologia
  5. Infine il Museo di Fisica è nato ufficialmente nel 1983 ad opera di alcuni ricercatori dell’Istituto di Fisica dell’Università di Napoli Federico II. Al suo interno sono presenti le collezioni di strumenti unici come la doppia lente ustoria, la bussola marina, il grande specchio concavo e tanti altri.

    Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche
    Strumenti presenti nel Museo di Fisica

Iniziative organizzate dal Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche

Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche
Locandina dell’evento “Primavera al Centro”

Con l’arrivo della primavera sono tante le rassegne e le mostre organizzate per attrarre i visitatori e incuriosirli alla conoscenza. Fino al 31 maggio si terrà l’iniziativa “Primavera al Centro Musei” che dà l’opportunità a cittadini e turisti di visitare gratuitamente i musei. Inoltre per chi lo desidera è possibile richiedere visite guidate a pagamento dalla durata di 30 minuti.

Il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche
Locandina della mostra fotografica

 Si può anche visitare la mostra “Immagini del pianeta Terra: un viaggio attraverso la maestosità ed unicità del nostro pianeta” di Simone Sbaraglia, maestro di fotografia naturalistica. La mostra è ubicata nel Museo Zoologico. Tra gli altri eventi che si terranno vanno citati il “Citizen Science: per vivere la natura da protagonista e Res naturae: la natura in un click”.

Insomma il Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche apre le porte a tutti i visitatori interessati e incuriositi. Il suo scopo è proprio quello di coinvolgere i cittadini, in modo particolare studenti,  alla scoperta del mondo scientifico, per apprezzare tutte le sfaccettature della conoscenza.

Roberta Miele

Webgrafia

http://www.cmsnf.it/