Home America Centro e Sud America Beatriz Milhazes: un geometrico prato fiorito

Beatriz Milhazes: un geometrico prato fiorito

2951
Beatriz Milhazes
Beatriz Milhazes

Le geometrie di Beatriz Milhazes sono in grado di ipnotizzare e trasportare estaticamente chiunque le osservi. Firma ormai affermata del panorama artistico brasiliano ed internazionale, Beatriz Milhazes è considerata anche una delle più quotate artiste contemporanee.

Originalità, passione ed inventiva sono i caratteri principali di questa artista, che interpreta il mondo che la circonda in maniera spesso troppo soggettiva ma con l’obiettivo di raccontare passato e presente di due culture: europea e brasiliana.

L’ispirazione per la realizzazione di veri e propri capolavori astratti deriva da una ricerca dei dettagli folkloristici del proprio paese. Arabeschi, ceramiche pittoresche e decorazioni varie sono gli spunti delle opere di Beatriz Milhazes.

Intrigante potrebbe definirsi la tecnica utilizzata, detta della monotipia, questa prevede un lungo processo di preparazione. In maniera più semplice si potrebbe definire questa tecnica affine al collage.

Il procedimento consta di un disegno preparatorio su un supporto di plastica, questo supporto imbevuto di colori acrilici viene poi trasportato su tela. La tempistica è un dettaglio importante, infatti dopo l’asciugatura del foglio applicato su tela, questo viene asportato senza particolari attenzioni, dato che il risultato di ogni opera sarà sempre diverso l’uno dall’altro.

Questo sovrapporsi di linee e forme tondeggianti crea degli effetti di predominanza o assenza apparente di ogni figura, essendo l’una sovrapposta all’altra ma con una diversa intensità coloristica.

Il susseguirsi ragionato di giustapposizioni figurate ha reso le colorate e mai banali figure di Beatriz Milhazes fonte di ispirazione anche del mondo informatico per la realizzazione di schemi progettuali definiti Pattern.

Il fondamento primo della pittura dell’artista brasiliana potrebbe erroneamente considerarsi la forma, ma in realtà il vero protagonista è il colore. Ogni figura geometrica non è acroma, anzi spesso dotata di varie colorazioni, questo perché il colore è lo strumento espressivo del sentimentalismo dell’artista. L’accostarsi di varie tonalità genera un andamento lineare della narrazione ma anche una pacatezza ed equilibrio in chi osserva.

Beatriz Milhazes
Beatriz Milhazes

Alcuni critici hanno definito le pitture di Beatriz Milhazes paragonabili ad esplosioni pirotecniche. L’arte della Milhazes ha goduto di forti influenze da parte di alcuni dei più importanti maestri del XX secolo come: Tarsila do Amaral, Oswald de Andrade, Matisse, Kandinksy e Delaunay. Da ciò si può evincere come la sua arte sia in perenne ricerca di un precario equilibrio tra due opposti, pacatezza e disordine controllato.

Beatriz Milhazes: biografia

Beatriz Milhazes
Beatriz Milhazes

Pittrice, artista incisore e creatrice di collage, nasce nel 1960 a Rio de Janeiro. I suoi studi si dividono tra la Faculdades Integradas Hélio Alonso, e la Escola de Artes Visuais. Fondamentale per il suo percorso di artista è un impiego che la porta a lavorare nei pressi dell’orto botanico cittadino.

Da questa esperienza derivano la maggior parte delle ispirazioni delle sue opere. Nel 2004 la stazione metropolitana di Gloucester Road diventa lo sfondo di una delle sue opere dal titolo PACE E AMORE : 19 archi a volta decorati con i suoi motivi geometrici.

Molte sono le mostre personali di Beatriz Milhazes in musei, come il Museo d’Arte Moderna de la Ville de Paris, il Museum of Modern Art di New York, e la Fondation Cartier a Parigi.  Oggi vive nella città carioca di Rio de Janeiro e qui ha stabilito anche la sua attività lavorativa.

Vincenzo Morrone

fonti:http://www.jamescohan.com/artists/beatriz-milhazes/

http://en.wikipedia.org/wiki/Beatriz_Milhazes
http://www.pamm.org/exhibitions/beatriz-milhazes-jardim-botânico
http://www.metmuseum.org/toah/works-of-art/1998.80

Commenti

Commenti

CONDIVIDI