Home Scienze Paleontologia Charles Darwin, il teorico della sopravvivenza del più adatto

Charles Darwin, il teorico della sopravvivenza del più adatto

3485
Darwin
Charles Darwin

Il 12 febbraio 1809 nasceva Charles Darwin, padre delle teorie evoluzionistiche. Ogni anno, nel mese di febbraio, il mondo scientifico ricorda l’anniversario della sua nascita.

Un po’ della vita di Charles Darwin…

Charles Darwin nacque a Shrewsbury il 12 febbraio 1809; egli divenne famoso per aver compiuto numerosi viaggi sulla nave Beagle e per aver scritto la celebre opera “L’origine delle Specie”. Potrebbe sembrare assurdo ma il giovane Darwin abbandonò la facoltà di medicina presso l’Università di Edimburgo e si appassionò a studi naturalistici.

Appena ventiduenne, si imbarcò sulla nave Beagle, come naturalista di bordo, insieme al capitano Robert Fitzroy: egli ebbe l’opportunità di esplorare le isole di Capo Verde, le Folkland, la costa del Sud America, le isole Galapagos e l’Australia. In seguito, tornato dal viaggio, iniziarono a prendere vita le teorie sull’evoluzionismo e il 1 luglio 1858 iniziò la stesura della sua principale opera “L’origine delle Specie”.

Questo lavoro fu pubblicato un anno dopo, il 24 novembre 1859 e fu molto apprezzato dal mondo scientifico, tanto che egli entrò a far parte della Royal Society. Si trasferì con la sua numerosa famiglia prima a Londra e poi a Downe, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita e morì il 19 aprile 1882.

Charles Darwin
Immagine del giovane Darwin

Le teorie evoluzionistiche

Di tutte le tappe del suo viaggio quella principale fu la visita nelle Isole Galapagos: qui Darwin notò che erano presenti alcune specie di tartarughe ed uccelli, tra cui i fringuelli, con caratteriste diverse ed altre specie che erano simili con caratteri comuni. Egli ipotizzò che le varie specie di tartarughe e fringuelli avessero avuto origine  da una unico antenato e si fossero adattate in modo diverso alle isole dell’arcipelago.

Dal viaggio compiuto Darwin poté illustrare le teorie evoluzionistiche: riuscì a dimostrare che l’evoluzione permette di diversificare le specie, infatti i membri di uno stesso gruppo sono simili perché derivano da un comune antenato, ma poi ci sono altri fattori che influenzano la diversità. Inoltre Darwin propose che la selezione naturale rappresenta il meccanismo che porta alla speciazione, ovvero all’evoluzione di nuove specie. Le teorie di Darwin si basano su tre punti fondamentali:

  • Riproduzione: tutti gli organismi si riproducono con ritmi molto elevati, tanto da determinare un mancato equilibrio tra le risorse alimentari e l’ambiente circostante;
  • Variazione: gli individui di una stessa specie presentano grande variabilità;
  • Selezione: per Darwin è sempre presente una lotta per la sopravvivenza e solo gli individui più adatti riescono a sopravvivere e a generare nuova prole.

Nel passo che segue, tratto proprio da “L’origine delle Specie”, si coglie pienamente il concetto di selezione naturale:

“La conservazione delle differenze e variazioni individuali favorevoli e la distruzione di quelle nocive sono state da me chiamate “selezione naturale” o “sopravvivenza del più adatto“. Le variazioni che non sono né utili né nocive non saranno influenzate dalla selezione naturale, e rimarranno allo stato di elementi fluttuanti, come si può osservare in certe specie polimorfe, o infine, si fisseranno, per cause dipendenti, dalla natura dell’organismo e da quella delle condizioni.”

(Charles Darwin, L’ origine delle Specie, 1859, p. 147)

Darwin e l'evoluzionismo
In questa celebre frase è riassunto tutto il pensiero di Darwin

Tra le proiezioni cimematografiche più interessanti al riguardo c’è il film Creation, in cui emerge un lato molto sensibile ed emotivo del naturalista britannico, perché travolto da tragici eventi come la morte della figlia Anne.

Locandina del film "Creation"
Locandina del film “Creation”

Il contributo che Charles Darwin ha dato alla scienza è infinito e immenso; ricordare la sua nascita e le sue opere è il minimo che il mondo scientifico potesse fare…

Roberta Miele

Bibliografia

Giulio Bersanti – Una lunga pazienza cieca (Storia dell’evoluzionismo) – Einaudi – 2005

Charles Darwin – L’origine delle Specie – Einaudi

Webgrafia

http://www.raiscuola.rai.it/articoli/charles-darwin-l%E2%80%99origine-delle-specie/9074/default.aspx

Commenti

Commenti