Home Attualità ed eventi culturali Interviste Intervista a Vincenzo De Simone: Humans of Naples

Intervista a Vincenzo De Simone: Humans of Naples

548
Humans of Naples

La Gente di Napoli

 

Oggi La Cooltura intervista per voi Vincenzo De Simone, fotografo napoletano e ideatore del progetto La Gente di Napoli – Humans of Naples.


 

Humans of Naples
Vincenzo De Simone

Ciao Vincenzo! E’ un piacere conoscerti. Partiamo dall’idea, come è nato questo tuo progetto Humans of Naples?

 

Il progetto Humans of Naples è nato sulla scia di un format già ideato per la città di New York creato da Brandon Stanton chiamato Humans of New York. Cerco di raccontare la realtà sociale e culturale di Napoli, costruendo un filo narrativo attraverso i ritratti delle persone che rilasceranno un proprio pensiero su Napoli e sull’essere napoletani. L’idea di importare un progetto del genere e di riadattarlo alla mia città mi ha sempre affascinato, proprio perché Napoli è la città più contraddittoria del mondo. Provo a dare una possibilità per La Gente di Napoli di essere finalmente altro rispetto agli stereotipi che la affliggono, mostrando sia la bellezza sia i problemi di Napoli.

 

Humans of Naples
Foto di Vincenzo De Simone

Un progetto impegnativo. Quali sono stati i successi ottenuti, le soddisfazioni personali che ne sono scaturite?

 

Il successo del progetto Humans of Naples è scaturito soprattutto dalla voglia di mettersi in gioco e di mostrare realmente qual è la vera Napoli, come sono fatti veramente i napoletani. Ho ricevuto molti consensi, molte foto e molti pensieri e le opinioni e i giudizi sono tutti molti positivi. Il progetto Humans of Naples piace, può sicuramente risultare utile anche a sfondo sociologico ed è bello leggere le storie ed i pensieri degli altri. Da parte mia è molto difficile portare avanti un progetto così ambizioso: frequento l’ultimo anno della magistrale di psicologia quindi sono impegnatissimo tra esami, tirocinio e tesi…e dopotutto la fotografia per me è un hobby e non un lavoro. Fortunatamente ho tantissimi amici che mi aiutano e mi danno consigli. Quando torno a casa dopo aver scattato le foto mi sento molto soddisfatto, non solo per il progetto ma anche perché riesco ad interfacciarmi con tantissime persone. Di solito nessuno si ferma a fare quattro chiacchiere con uno sconosciuto per strada. All’inizio è molto imbarazzante fermarle ma si rompe subito il ghiaccio!

 

Humans of Naples

A proposito dell’importanza dei consensi, cosa ne pensa la tua famiglia? E quali sono i tuoi propositi futuri?

 

La mia famiglia mi supporta e mi sopporta tantissimo! Sono il mio punto di riferimento, posso confrontarmi liberamente con loro e avere consigli sinceri ed immediati. Uno dei miei propositi più immediati e di far conoscere quanto più possibile questo progetto in Campania e dopo quasi un anno direi che sta andando molto bene. Nonostante tutte le difficoltà e gli ostacoli che incontro per la strada, proverà a portarlo anche al di fuori della Campania, mostrando chi sono in realtà i napoletani e cosa vogliono realmente esprimere al resto d’Italia…e perchè no, del mondo!

 

Hunans of Naples
Foto di Vincenzo De Simone

Grandioso! Un’ultima cosa, cos’è per te la fotografia?

 

Personalmente, in una sola parola, è espressione. Ogni giorno mi permette di immortalare gli attimi più significativi della mia vita e delle persone che mi circondano. Tendo a considerare le mie foto come dei ricordi personali, immagini che oggettivamente non mutano ma che suscitano sentimenti e sensazioni diverse da persona a persona. Proprio per questo nella fotografia c’è il più grande paradosso del mondo! Ciò che cerco di trasmettere è semplicità, vivacità, leggerezza, sollievo, entusiasmo…di lasciare spazio alla fantasia e alla creatività!

 

Humans of Naples
Foto di Vincenzo De Simone

E così saluto nuovamente questo ragazzo così pieno di risorse e augurandogli di poter coronare i suoi sogni, lascio a voi la mail per partecipare al suo progetto: lagentedinapoli@gmail.com

Qui trovate inoltre la pagina facebook: https://www.facebook.com/humansnaples?fref=ts

E, last but not the least, di seguito la presentazione del progetto: https://www.facebook.com/humansnaples/app_256579511063777

Sara Giustino

 

Commenti

Commenti