fbpx

Filosofia del Seicento

Home Filosofia moderna e contemporanea Filosofia del Seicento
copernico

Niccolò Copernico: la teoria dell’eliocentrismo

La teoria eliocentrica elaborata da Copernico dà inizio alla rivoluzione scientifica del XVI secolo. Quale immagine del mondo si afferma nella modernità?

Un Rinascimento Napoletano: Giordano Bruno

Giordano bruno Bruno fu un grande filosofo d'età moderna e per ricordarlo è stata tenuta la conferenza "Giordano Bruno e il Nuovo Rinascimento Napoletano"
Rivoluzione scientifica

La Rivoluzione scientifica: perchè in Occidente?

Perchè la Rivoluzione scientifica si ebbe nell'Occidente cristiano? Quale fu il ruolo della scienza medievale? Davvero la Chiesa fu solo di ostacolo?
cartesio

Cartesio, l’anima e il corpo. Gli animali hanno coscienza?

Cartesio segna l'inizio della modernità indicando nel pensiero l'essenza dell'uomo. Resta irrisolta la questione: gli animali hanno coscienza?
Hobbes

Hobbes e il bellum omnium contra omnes

Thomas Hobbes delinea le caratteristiche dello stato di natura secondo il principio "bellum omnium contra omnes"; quali sono le caratteristiche di tale stato primigenio?
meditazione

Meditazione: la storia e l’incontro con la Filosofia

Dall'Asia all'Europa ripercorriamo il cammino della meditazione e l'influenza che essa ha avuto nel panorama filosofico occidentale.
ateisti

Processo agli ateisti a Napoli: modernità vs oscurantismo?

Il processo agli ateisti compromise la vitalità della cultura investigante nella Napoli di fine '600. Quali furono le cause, e gli esiti, del processo?
Leibniz

Leibniz: la Monadologia e il grande principio

In questo articolo parleremo del pensiero di Leibniz espresso nella Monadologia e del principio di Ragione Sufficiente, il "grande principio".
locke

John Locke, limiti del potere e tolleranza religiosa

Per il filosofo Locke, iibertà politica e tolleranza religiosa costituiscono i requisiti fondamentali su cui costruire uno Stato.
rivoluzione

Rivoluzione: cambiamento o ritorno alle origini?

Per il centenario della Rivoluzione Russa scopriamo il significato originario del termine "rivoluzione", opposto e contrario a quello attribuitogli oggi.

Ultimi articoli