Dante e la Firenze del '300

Home Medioevo Dante e la Firenze del '300
cuore mangiato

Il topos letterario del cuore mangiato

Il topos letterario del cuore mangiato ha avuto una straordinaria fortuna nella letteratura europea giungendo dal medioevo fino ai giorni nostri.
Inferno Dante Alighieri Divina Commedia

Inferno: dalla mitologia greca ai gironi danteschi

Analisi e studio delle visioni dell'Inferno, dalla mitologia greca ai miti monoteisti, sino ai gironi descritti da Dante Alighieri nella Divina Commedia
paradiso

Paradiso di Dante e il mondo classico

Contro ogni previsione, anche il Paradiso di Dante risulta aperto al mondo classico. La presenza di Traiano e Rifeo ne è una prova.

Purgatorio di Dante e il mondo classico

Nel Purgatorio la presenza del mondo classico si riduce a due soli modelli degni di nota: Catone l'Uticense e il poeta Stazio, autore della Tebaide.

Inferno di Dante e il mondo classico

L'Inferno della Divina Commedia di Dante risente inevitabilmente dell'influsso del mondo classico, a testimoniare l'indirizzo universale del poema.
Firenze del Trecento

Firenze del Trecento: un mondo in cambiamento

L'inizio di un periodo di splendore e cultura, partendo da mutamenti politici e conflitti armati in una società in mutamento, rispecchiata dalle opere letterarie, tutto questo è la #Firenze del #Trecento.
Becchina Cecco Angiolieri

Becchina: l’anti-Beatrice di Cecco Angiolieri

Cecco Angiolieri, celebre per la poesia comica del medioevo italiano, come i poeti suoi contemporanei amava una donna che chiamava con un senhal: Becchina
merda

Merda. La letteratura può permettersi anche questo

La merda, anche se sembra strano, è un elemento letterario usato da sempre. Vediamo come la letteratura, "arte della parola" ha potuto permetterselo.

Guido Cavalcanti, la potenza dell’amore che distrugge

L'altro importante nome dello stilnovo è quello di Guido Cavalcanti, un personaggio la cui poetica amorosa è sorretta dalla riflessione filosofica.

Guido Guinizelli, il primo degli stilnovisti

Guido Guinizelli è stato il poeta iniziatore della stagione del "Dolce stil novo". Dante e Guido Cavalcanti sono soltanto due dei suoi seguaci.

Ultimi articoli