Letteratura statunitense (1850-2000)

Home Letteratura straniera contemporanea (1850-2000) Letteratura statunitense (1850-2000)
Emily Dickinson poesie

Le poesie di Emily Dickinson: la funzione del poeta

Gran parte dell’opera di Emily Dickinson fu pubblicata postuma.Temi cari alla sua poesia sono la funzione del poeta e il significato della poesia nel mondo.
Ezra Pound

Ezra Pound e l’imagismo di “In the station of a metro”

Ezra Pound è una delle figure più importanti della letteratura inglese di inizio Novecento. Il suo nome è legato al movimento dell'imagismo, di cui 'In the station of a metro' è un chiaro esempio.
distopia

Distopia nella letteratura: Huxley, Orwell, Golding

"Distopia" è la parola con la quale si definisce l'argomento di testi, molti dei quali inglesi, usciti a partire dalla fine della prima guerra mondiale.
ippogrifo

L’ippogrifo: storia letteraria di una creatura fantastica

L'ippogrifo è una creatura fantastica inventata da Ariosto che però ha avuto poca fortuna nella letteratura successiva. Ma è tornata alla ribalta con la serie di Harry Potter.
Asimov

Isaac Asimov e le origini dell’universo

Asimov fu tra i primi ad introdurre in fantascienza i robot. Il racconto "L'ultima domanda" è una visione personale dell'autore sulle origini dell'universo
Chiedi alla polvere

Chiedi alla polvere di John Fante: trama e analisi

Analisi di "Chiedi alla polvere", romanzo dello scrittore italoamericano John Fante, la cui fama è rinata soltanto negli anni '80 del secolo scorso.
panismo

Panismo e natura in Hemingway: Il vecchio e il mare

Il panismo, percezione molto profonda del mondo naturale e sentimento tipico dei decadenti, è espresso da Hemingway nel breve romanzo "Il vecchio e il mare"
La fine

Poesie sulla fine dell’estate: Dickinson, Hesse, Hikmet

La fine della stagione estiva porta con sé un carico di nostalgia. Vediamo come il mondo della poesia, attraverso alcuni esempi, l'abbia descritta.

Pastorale Americana di Philip Roth: l’identità critica

Pastorale Americana, capolavoro letterario del 1997 di Philip Roth, è un racconto di un periodo storico sanguinoso, attraverso i personaggi di padre e figlia Levov, rispettivamente costruttore e distruttore di quella società.
Arrival

La teoria linguistica in “Arrival”: l’ipotesi Sapir-Whorf

Tra linguistica extraterrestre e riflessioni sul determinismo, passando per la capacità di conoscere il futuro, Arrival è un film che ha molto da dire.

Ultimi articoli