Storia del teatro italiano

Home Letteratura italiana contemporanea (1850-2000) Storia del teatro italiano

Emma Dante: per un teatro antropologico-sociale

Emma Dante, regista e drammaturga siciliana, lottatrice per diritti civili e la loro rappresentazione sul palcoscenico. La sua arte dedita al Meridione.
Eduardo- Napoli milionaria

Napoli milionaria! Eduardo e il dramma della guerra

Napoli milionaria! è uno dei più delicati capolavori di Eduardo De Filippo, concepito durante la Seconda guerra mondiale e messo in scena nel 1945.

Filippo Timi. La verità è un abuso, mai un diritto

Pochi al mondo scommetterebbero nel talento di un giovane povero, balbuziente, quasi cieco e (forse) omosessuale; a leggere ciò si penserebbe immediatamente ad un...
Giuseppe Patroni Griffi

Giuseppe Patroni Griffi: l’incoscienza di un giovane

  Un autore, straordinariamente lucido nella rappresentazione della società entro cui vive, ch'egli ritrae negli scorci di emarginazione e di diversità dei quali ha profonda...
Eduardo De Filippo

Eduardo De Filippo: la commedia reale

Eduardo De Filippo nato a Napoli nel 1900 è stato un grande drammaturgo, sceneggiatore, attore e poeta, particolarmente capace a raccontare la commedia reale

Roberto Herlitzka e il gioco faticoso

Roberto Herlitzka,il profilo di uno dei più grandi attori del panorama teatrale e cinematografico italiano. Un illuminista. Scopriamolo assieme.
natale

Natale in casa Cupiello di Eduardo: “Lucarié, fa freddo!”

Natale in casa Cupiello è un commedia teatrale scritta e messa in scena nel 1931 da Eduardo De Filippo. Tra gli interpreti anche Pupella Maggio.
Ariosto

Ariosto e la commedia: scorci di vita quotidiana

Ariosto fu un artista poliedrico e amante del teatro classico. Le sue commedie sono un affresco sulla Ferrara popolare del primo cinquecento

Luca Ronconi: ritratto d’un regista

A due mesi dalla sua scomparsa, consegniamo al lettore un ritratto di Luca Ronconi, con un'analisi tra i suoi più significativi lavori di prosa e lirica.
Turandot

Turandot: un finale per l’opera finale

Al San Carlo quest'anno non l'avrà, alla Scala sì ma in veste eccezionale. Ogni volta la pucciniana Turandot ha un finale diverso: scopriamone i retroscena.

Ultimi articoli