Letteratura italiana contemporanea (1800-1900)

Home Letteratura moderna e contemporanea (1500-oggi) Letteratura italiana contemporanea (1800-1900)
Elio Vittorini Conversazione in Sicilia Mondo Offeso

Elio Vittorini e “Mondo offeso”: l’Italia in guerra

Mondo offeso, una definizione per la condizione storica e morale per la società italiana negli anni precedenti, contemporanei e successivi alla guerra.

Leggende napoletane di Matilde Serao: la fiaba di Provvidenza

"Provvidenza, buona speranza" è una fiaba napoletana raccontata da Matilde Serao: il rapporto tra un mendico e i bambini della città fa sognare ancora...
Una questione privata di Beppe Fenoglio

Una questione privata di Fenoglio: il finale ce lo rivela Borges

Milton muore oppure no alla fine di Una questione privata di Beppe Fenoglio? Uno scritto di Borges ci offre un terzo punto di vista sul dibattito.
Palomar

Palomar: Calvino osservatore silenzioso

Palomar di Calvino è un libro che raccoglie una serie di prose che l’autore iniziò a pubblicare dal 1975.L'opera mostra un particolare tipo di osservatore.
traduttore

Umberto Eco traduttore degli Excercices de style

La traduzione di Eco degli Exercices de style è un ineguagliato manifesto di teoria della traduzione, secondo quanto ci illustra il traduttore stesso.
Trilussa poesie favole morale

Trilussa: poesie in romanesco tra scherno e riflessione

Uno sguardo all'opera di Trilussa, uno dei poeti dialettali più famosi della nostra letteratura nei cui versi mette alla berlina i vizi degli uomini, dalle favole ai temi politici, come ne L'elezzione der Presidente.
Useppe Elsa Morante

I bambini in Elsa Morante: L’Isola di Arturo e La storia di Useppe

Lo sguardo dei piccoli sul mondo per veicolare un nuovo rapporto tra parole e cose: Useppe scopre il mondo ne La Storia e L'Isola di Arturo di Elsa Morante.

Luca Ronconi: ritratto d’un regista

A due mesi dalla sua scomparsa, consegniamo al lettore un ritratto di Luca Ronconi, con un'analisi tra i suoi più significativi lavori di prosa e lirica.
Ungaretti

Esilio e letteratura: Giuseppe Ungaretti

L'esilio di Ungaretti è dettato dallo sradicamento. Italiano nato in terra straniera, il poeta userà la forza dei versi per costruirsi una propria identità.

Ultimi articoli