Filosofia del Settecento

Home Filosofia moderna e contemporanea Filosofia del Settecento

David Hume e l’illusorio principio di causa ed effetto

Hume mette in dubbio il principio di causa ed effetto, analizzando gli elementi sul quale si fonda secondo il senso comune: esperienza, memoria, necessità.
Spazio

Spazio e tempo tra Kant e Newton

Oggi si andranno ad illustrare le forme pure dell'intuizione, ovvero lo spazio e il tempo, mettendo a confronto le conclusioni di Kant con quelle di Isaac Newton.
Feuerbach

Feuerbach e Kant a confronto sul rapporto tra felicità e virtù

Virtù e felicità si escludono a vicenda o sono in relazione tra loro? Due risposte diverse ci vengono fornite da due grandi filosofi: Kant e Feuerbach.
filosofia educación le penseur rodin platone

La metafisica e il trascendentale secondo Kant

Oggi si analizzeranno questo ed altri importanti elementi del pensiero di questo grande filosofo, partendo proprio dalla fondazione della metafisica come sapere.
voltaire

Voltaire: il pensiero dell’Illuminismo nel Dizionario filosofico

Il Dizionario filosofico di Voltaire è parte integrante della filosofia illuminista; ne vedremo alcune voci relative ad altrettanti temi rilevanti.
candido Voltaire

Candido di Voltaire: filosofia e comicità

Il Candido di Voltaire presenta numerose tematiche figlie dell'Illuminismo, insieme ad alcune rivoluzioni tipiche del comico individuate da Italo Calvino.
Kant Illuminismo

“La risposta alla domanda: che cos’è l’Illuminismo?” di Kant

"La risposta alla domanda: che cos'è l'Illuminismo?" è il titolo di un articolo di Immanuel Kant pubblicato nel dicembre 1784. Cos'è, allora, l'Illuminismo?
Genovesi

Antonio Genovesi, illuminista napoletano

Antonio Genovesi divenne professore di Metafisica a Napoli, inserendo sempre di più tematiche inerenti al sapere scientifico di Bacone, Newton, Galileo.
Rousseau

Rousseau: la corruzione delle virtù naturali

Rousseau si impegna a negare con veemenza un miglioramento dei costumi dimostrando come la scienza e le arti non facciano altro che alimentare la corruzione
George Berkeley

La teoria di Berkeley: esse est percipi

Berkeley riesce a giustificare l'esistenza di Dio attraverso la sua teoria della conoscenza, secondo la quale esiste solo ciò che la nostra mente percepisce

Ultimi articoli