Filosofia dell'Ottocento

Home Filosofia moderna e contemporanea Filosofia dell'Ottocento
Fichte

La filosofia di Fichte: l’ostacolo (anstoß) nella realizzazione dell’io

Perché l'ostacolo è necessario nella realizzazione dell'Io? Proviamo a rispondere al quesito attraverso l'analisi dell'Io e del Non-Io elaborata da Fichte.
realismo

Critica al realismo nell’arte: Wilde, Nietzsche, Adorno

Wilde, Nietzsche e Adorno si interrogano sulle varie forme di realismo nell'arte, assumendo un punto di vista prettamente critico.
Friedrich Schleiermacher

Schleiermacher alla scoperta del sentimento religioso

La religione nel pensiero di Friedrich Schleiermacher diventa sentimento religioso e al suo vertice non vi è Dio, ma l'intuzione dell'Universo e l'amore.
autocoscienza Hegel desiderio

Il desiderio come motore della Autocoscienza in Hegel

Analisi del capitolo IV della Fenomenologia dello Spirito di Hegel: il punto di vista del desiderio, motore della autocoscienza.
Tarde

Credenza e desiderio nella riflessione di Gabriel Tarde

Gabriel Tarde riduce tutti gli stati interiori alla credenza e al desiderio e, considerandole quantità, ipotizza la possibilità di una loro misurazione.
Thoreau

Henry David Thoreau: la disobbedienza civile

Una lettura di "Disobbedienza civile", il saggio del filosofo americano Thoreau considerato un vero e proprio teorico della rivoluzione non violenta.
melanconia

Melanconia, stato di un romantico all’alba della modernità

Nel XIX secolo, i romantici spiegarono i cambiamenti dell'arte in relazione al contrasto tra la serenità degli antichi e la melanconia dei moderni.
Stirner

Max Stirner: l’Unico contro tutti

Dapprima esponente della sinistra hegeliana e in seguito anarchico e individualista, Max Stirner guarda all'uomo in una prospettiva del tutto innovativa.
Feuerbach

Feuerbach e Kant a confronto sul rapporto tra felicità e virtù

Virtù e felicità si escludono a vicenda o sono in relazione tra loro? Due risposte diverse ci vengono fornite da due grandi filosofi: Kant e Feuerbach.
Karl Marx capitalismo

Il capitalismo secondo Karl Marx: sfruttamento e plusvalore

Vediamo, in breve, come Karl Marx definisce il capitalismo a partire da una parola chiave: sfruttamento. Chi lo mette in atto e in che modo?

Ultimi articoli