Filosofia del Novecento

Home Filosofia moderna e contemporanea Filosofia del Novecento
Feyerabend

Paul K. Feyerabend: Dialogo sul metodo

Feyerabend inscena un dialogo tra chi non sa e chi crede di sapere, facendosi portavoce del relativismo epistemologico e contrastando scienziati e filosofi.
Wolfgang Pauli

Wolfgang Pauli: materia, psiche ed il pensiero occidentale

Wolfgang Pauli analizza il pensiero occidentale, portando alla luce il legame esistente tra fisica quantistica e psicologia dell'inconscio.
Husserl

Husserl: fenomenologia tra intenzionalità e verità

La fenomenologia di Edmund Husserl ha per principio l'osservazione degli oggetti del mondo: per essa lavorano atti intenzionali della coscienza.
postmodernità

Modernità e postmodernità nella critica filosofica

Cosa si intende con modernità? Perchè, per i nostri tempi, si parla di postmodernità? La riflessione di Habermas, Adorno, Horkheimer e Heidegger.
Günther Anders

Nichilisti incapaci: Beckett attraverso Günther Anders

Günther Anders interpreta "Aspettando Godot" come la parabola dell'uomo senza senso, incapace di trovare una direzione nel contesto post-moderno.
Kurt Gödel

Kurt Gödel: dai teoremi di incompletezza all’esistenza di Dio

Kurt Gödel smantella il concetto di assoluto attraverso i suoi teoremi di incompletezza, ma poi si serve della logica per sostenere l'esistenza di Dio.
Popper

Popper ed Eccles: il rapporto tra l’Io e il suo cervello

Stati d'animo ed emozioni dipendono esclusivamente dal modo in cui i nostri neuroni entrano in connessione tra loro? Rispondono Popper ed Eccles.

Ortega y Gasset e James Burnham: tecnica e potere nel ‘900

Dalla Spagna agli Stati Uniti, da Ortega y Gasset a James Burnham: una riflessione sulla tecnocrazia, che ha caratterizzato la storia economica e politica del secolo scorso.
lacan kojeve

Il desiderio dopo Hegel: Kojève e Lacan

Si deve notare come il desiderio non sia visto come il migliore strumento per comprendere e conoscere il mondo. Ecco come lo interpretano Kojève e Lacan.
principialismo

Principialismo e bioetica: una tirannia dei principi?

Fino a che punto nell'etica della medicina e della scienza è meglio che a dettar legge siano i principi? Principialismo e casistica tra etica e bioetica.

Ultimi articoli