Filosofia del Novecento

Home Filosofia moderna e contemporanea Filosofia del Novecento
Wittgenstein silenzio

Ludwig Wittgenstein: una filosofia del silenzio

Riflettendo su possibilità e limiti del linguaggio, Wittgenstein perviene a una distinzione fondamentale fra sfera del dicibile e ambito dell'ineffabile. La comprensione dell'incondizionato è affidata ad un'intuizione caratterizzata dal silenzio.
Potter Hellegers

Potter e Hellegers alle origini della bioetica

Il vero pioniere della bioetica fu V. R. Potter, oncologo del Winsconsin, ma a farne una vera e propria disciplina fu A. Hellegers.
principio

Karl Popper e il principio di falsificabilità

Come può il principio della falsificabilità stabilire la validità di un sistema scientifico? Lo scopriamo esaminando il pensiero di Karl Popper.
Jean-Paul Sartre

La contingenza nella filosofia di Jean-Paul Sartre

Che valore assume la contingenza nelle opere di Jean-Paul Sartre? Lo scopriamo in questo articolo in cui prendiamo in analisi le due opere maggiori.
Walter Benjamin L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica

L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica di Walter Benjamin

Vediamo il nesso che dal 900 in poi si crea tra arte, tecnica e politica ne "L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica" di Walter Benjamin
umanismo esistenzialismo

L’esistenzialismo è un umanismo: Sartre e Heidegger

L'esistenzialismo è un umanismo? Questo l'interrogativo che sottende l'analisi di due opere di Jean-Paul Sartre e Martin Heidegger.
Massa

Massa e Individuo tra Arte e Filosofia

In questo articolo ci occuperemo del rapporto massa-individuo tra Arte e Filosofia tenendo in considerazione autori come Adorno, Tarde, Ortega ma anche artisti come Munch e Baudelaire
Bergson

Il pensiero di Bergson: possibile, movimento e metafisica

L'importanza della potenza creativa e dell'intuizione confluiscono nella riflessione di Bergson che riguarda il possibile, il movimento e la metafisica.

Da Metz a Deleuze: il rapporto tra cinema e linguaggio

Christian Metz, nel 1964, pubblica sulla rivista francese Communications un saggio dal titolo Cinéma: langue ou langage? nel quale si interroga per la prima...
Adorno

La Filosofia della musica moderna di Theodor Adorno

La musica e l'esperienza dell'ascolto si modificano ma è sempre più difficile rintracciare elementi innovativi e così Theodor Adorno risulta più che mai attuale.

Ultimi articoli