Beato Angelico

Beato Angelico: tra arte e religione

Beato Angelico visse nella Firenze del Quattrocento, e la sua arte è ricca di significati religiosi e vuole ispirare preghiera e meditazione.

Pietro da Cortona: le caratteristiche del suo stile

Le caratteristiche dello stile "barocco" di Pietro da Cortona, artista del Seicento: pittura dinamica e architettura "teatrale".
Lorenzo Lotto

Lorenzo Lotto: la sensibilità artistica veneta

Lorenzo Lotto è uno dei maggiori esponenti della pittura veneziana del 1500. Le sue opere sono amate perché ricche di sensibilità artistica e religiosa.
VanDyck

Antoon Van Dyck: l’eleganza del ritratto

Antoon Van Dyck è, insieme al maestro Pieter Paul Rubens, il più famoso pittore fiammingo del Seicento. Meravigliosi i suoi ritratti della nobiltà italiana.
Rembrandt

Rembrandt: il pittore di Leida che stravolse il ritratto nel Seicento

Rembrandt, artista olandese di Leida, ha cambiato il volto della pittura della prima metà del Seicento, stravolgendo in particolar modo l'arte del ritratto.
Zurbarán

Francisco de Zurbáran: il misticismo barocco

Francisco de Zurbáran, artista della prima metà del XVII secolo, è l'emblema della pittura barocca e controriformistica dell'arte spagnola del Seicento.
Georges

Georges De La Tour: un caravaggista francese?

Georges De La Tour fu un pittore lorenese, la cui arte è a metà strada tra il caravaggismo e l'arte della corte di Francia del XVII secolo.
Antonello

Antonello da Messina: la rinascita meridionale

Antonello da Messina, la cui vicenda storiografica è stata chiarita in tempi recenti, è l'artista che ha contribuito alla rinascita meridionale dell'arte.
la storia non Delacroix

Eugène Delacroix: la libertà dell’arte nel XIX secolo

Eugène Delacroix e le sue opere, fra cui spicca "La libertà che guida il popolo", cambiarono il volto dell'ambiente artistico della Parigi del XIX secolo
Correggio

Correggio: leggiadria, candidezza, delicatezza

Secondo il suo primo biografo, Giorgio Vasari, Correggio aveva dato vita alla maniera moderna e nessuno meglio di lui sapeva “toccare i colori”.

Ultimi articoli