Home Cinema e Serie TV Cinema anni 2000 Sequel della storia del cinema: quali sono i migliori ?

Sequel della storia del cinema: quali sono i migliori ?

2145

Il termine sequel è entrato nell’uso comune della lingua italiana solo da pochi anni, assieme ad una lunghissima serie di forestierismi che hanno invaso il bel paese. Il termine va a sostituire il nostrano seguito ed è solito indicare un’opera, generalmente letteraria o cinematografica, che presenta eventi cronologicamente successivi a quelli raccontati in un precedente episodio.

Invasi dai sequel

Il sequel nasce, spesse volte, più per un facile ritorno economico che per un effettivo bisogno di approfondire argomenti poco trattati nel primo capitolo. Altre volte, invece, nasce in maniera forzata a causa di un eccessivo minutaggio che non sarebbe potuto rientrare in una singola pellicola. In passato, non sono mancati i cosiddetti sequel apocrifi, lavori di terzi pronti a sfruttare il successo dell’opera originale. Ciò fa capire quanto possa essere proficuo generare un seguito ed, infatti, i film con i maggiori ricavi al botteghino, oggigiorno, hanno quasi sempre – almeno – una seconda parte. Troppe volte, il sequel non riesce ad eguagliare la bellezza del primo episodio ed, anzi, spesso macchia il buon nome del capitolo originale. Sono solo pochi i seguiti che, a detta di molti, sono all’altezza del precedente lavoro. Scopriamo quali sono i migliori cinque.

5) Il cavaliere oscuro – 2008

Il secondo capitolo è certamente il migliore della trilogia firmata da Christopher Nolan. Il successo del reboot di Batman è stato senza precedenti (più di un miliardo di dollari incassato) e deve molto proprio a questo sequel. La pellicola arriva nelle sale tre anni dopo Batman Begins e, anche grazie all’interpretazione straordinaria del compianto Heath Ledger, entra di diritto fra i migliori film prodotti nel nuovo millennio. La trama è pienamente coinvolgente e regala numerose scene indimenticabili. Ottima anche l’interpretazione di Christian Bale, diventato ormai un cavaliere oscuro perfetto, e di Maggie Gyllenhaal che sostituisce Katie Holmes.

sequel

4) Star Wars: Episodio V – 1980

Quinto film per ordine cronologico interno alla saga ma secondo per produzione, giunge in Italia con il sottotitolo L’Impero colpisce ancora. George Lucas cede il timone della regia a Irvin Kershner, limitandosi alla cura del soggetto e della produzione. La pellicola non ebbe, probabilmente, una calda accoglienza a causa di netti cambiamenti stilistici che resero questo lavoro, tutto sommato, molto distante dal precedente Una nuova speranza. Reputato troppo cupo e non adatto ad un pubblico eccessivamente giovane, alla lunga venne rivalutato, divenendo, per la maggior parte dei fan, il migliore dell’intera saga. La celebre frase di Darth Vader “io sono tuo padre” è passata alla storia.

sequel

3) Aliens – 1986

Ridley Scott si allontana dal franchise – tornerà nel 2012 con il semi-prequel Prometheus – e lascia la regia ad un James Cameron ancora giovanissimo. Confermata, invece, la protagonista Sigourney Weaver nei panni di Ellen Ripley, prima eroina della storia del cinema. Difficile dire quale tra le due pellicole sia la più riuscita: l’opera del 1979 è un fanta-horror claustrofobico mentre la seconda è certamente più improntata all’azione. Scontro finale – per quanto non sia affatto il capitolo conclusivo della saga – ha il merito di non essere una copia carbone del precedente lavoro ma di ampliarne ottimamente l’universo narrativo. Adesso non è più un alieno che si insinua in un gruppo di umani ma, praticamente, il contrario.

sequel

2) Terminator 2 – 1991

James Cameron è nuovamente presente in questa classifica, questa volta con il film che l’ha consacrato come uno dei Re Mida di Hollywood. A fronte di un budget di 94 milioni di dollari, al box-office la pellicola riesce a guadagnarne oltre 500 milioni. Sono passati sette anni dal primo capitolo e lo stesso protagonista, Arnold Schwarzenegger, è diventato nel frattempo una delle icone dei film d’azione (il suo salario è passato dai 75 mila dollari del primo film ai 12 milioni del secondo). Il futuro governatore della California abbandona i panni dell’antagonista ed è un convincente buono questa volta. Il giorno del giudizio è considerato, praticamente all’unanimità, il migliore della serie. Sicuramente i miglioramenti negli effetti speciali hanno permesso di sviluppare al meglio le potenzialità della pellicola.

sequel

1) Il padrino, parte II – 1974

Un primo posto ampiamente pronosticabile. Per chi si chiede il perché di questa scelta, basta ricordare la coppia di protagonisti presenti nell’opera, Al Pacino e Robert De Niro, per quanto i due non si vedano mai contemporaneamente sulla scena. Prima dell’uscita del film era impensabile che un sequel potesse raggiungere – se non addirittura superare – la bellezza del capitolo originale. Per la prima volta un seguito riesce a vincere il premio Oscar per il miglior film, tralasciando le altre cinque statuette conquistate. Francis Ford Coppola bissa il successo della prima parte e ci regala un nuovo capolavoro; non a caso entrambi i lavori sono sempre presenti nelle classifiche dei film più belli di sempre. I complimenti si sprecano ed ogni commento non renderebbe giustizia ad una delle colonne portanti della storia del cinema. Chi non l’avesse ancora fatto, deve vederlo assolutamente.

sequel

Anna Amura

Fonti:
www.empireonline.com
www.ilcinemaniaco.com
www.cineblog.it

Commenti

Commenti