Letteratura italiana medievale

Home Letteratura italiana Letteratura italiana medievale
Firenze del Trecento

Firenze del Trecento: un mondo in cambiamento

L'inizio di un periodo di splendore e cultura, partendo da mutamenti politici e conflitti armati in una società in mutamento, rispecchiata dalle opere letterarie, tutto questo è la #Firenze del #Trecento.
Becchina Cecco Angiolieri

Becchina: l’anti-Beatrice di Cecco Angiolieri

Cecco Angiolieri, celebre per la poesia comica del medioevo italiano, come i poeti suoi contemporanei amava una donna che chiamava con un senhal: Becchina
merda

Merda. La letteratura può permettersi anche questo

La merda, anche se sembra strano, è un elemento letterario usato da sempre. Vediamo come la letteratura, "arte della parola" ha potuto permetterselo.

Guido Cavalcanti, la potenza dell’amore che distrugge

L'altro importante nome dello stilnovo è quello di Guido Cavalcanti, un personaggio la cui poetica amorosa è sorretta dalla riflessione filosofica.

Guido Guinizelli, il primo degli stilnovisti

Guido Guinizelli è stato il poeta iniziatore della stagione del "Dolce stil novo". Dante e Guido Cavalcanti sono soltanto due dei suoi seguaci.
Dante da Maiano

Dante da Maiano e la risposta “villana” all’Alighieri

Del poco celebre Dante da Maiano contemporaneo di Dante Alighieri si conosce poco: è curiosa la risposta al sonetto d'apertura della Vita nova dantesca
inferno

Inferno: dalla mitologia greca ai gironi danteschi

Nelle credenze popolari l'Inferno è un luogo di punizione, in cui le anime dei defunti sono rinchiuse per aver accettato di compiere gesti malefici verso il prossimo o verso se stessi, quindi si commettono offese nei confronti delle divinità
Cecco Angiolieri

Cecco Angiolieri: poetica e tradizione medioevale

Mario Marti riuscì a rinnovare gli studi sulla poesia comico-realistica e a superare l'ingenua visione romantica della poesia di Cecco Angiolieri.
mercante nel Decameron Boccaccio Medioevo valori borghesi

I valori cortesi e borghesi nel Decameron di Boccaccio

Nel Decameron Boccaccio oppone i valori della gentilezza cortese all'avarizia e all'alienazione dell'intelligenza fine a se stessa della società mercantile.
Il Decameron

Il Decameron: il corpo, la donna e il sesso

Il Decameron è un'opera in cui il corpo, la donna e il sesso diventano la bandiera di una rivoluzione culturale contro l'ipocrisia delle istituzioni.

Ultimi articoli