Home / Cinema & Teatro / Teatro / “Insieme a te non ci sto più” al Caos Teatro
“Insieme a te non ci sto più” al Caos Teatro

“Insieme a te non ci sto più” al Caos Teatro

Il Caos Teatro inaugura la sua seconda stagione teatrale con il duo Masiello/Esposito

Una deliziosa carrellata di spartiti d’autore diventa spettacolo fra le mani, anzi, fra le voci, di Lalla Esposito e Massimo Masiello, nelle date del sette ed otto ottobre 2017, presso il Caos teatro di Villaricca.

Insieme a te non ci sto più è un’esibizione canora teatralizzata che nasce dall’idea di raccogliere i più famosi addii della musica e del cinema e di renderli spettacolo, impepandoli del sottile fascino dell’ironia.

Ma la pièce in questione non si ferma a quell’idea: il senso effettivo è molto più profondo. L’inno non è solo all’estrema poetica che può celarsi in un malinconico addio, quanto anche alla fase immediatamente successiva a quella del “lasciarsi andare”, ovvero quella del “riprendersi” (con riferimento al lavoro del singolo su se stesso e non solo alle dinamiche di coppia).ù

caos teatro

Lalla Esposito al Caos Teatro

Il messaggio precipuo dello spettacolo va quindi ben oltre quello di addio che gli conferisce il titolo: il vortice dei sentimenti è eterno ed infinito. Negli addii ci si inciampa, spesso. Ma questo non vuol dire che poi ci si fermi, e che non ci si rialzi per ricominciare da capo.

Perché : “domani, è un altro giorno!”, come recita simpaticamente la Esposito in una creativa caricatura della storica scenetta di “Via col vento”.

E perché siamo tutti così banalmente costituiti da una corpulenta percentuale di sentimenti, siamo tutti così in parte dipendenti dalla nostra emotività, che sarebbe “una recita” fingere il contrario.

Insieme a te non ci sto più” ha debuttato questa estate all’orto botanico di Napoli, e ha rilevato feedback positivi che lo hanno portato  a fare da padrino di apertura al cartellone del Caos, spazio giovane, appena alla sua seconda stagione, ma produttivo, e già ben organizzato in una corposa sequenza di emergenti o già affermati, ma comunque notevoli talenti per questo anno 2017/2018.

La struttura di “insieme a te non ci sto più” è semplice, e sfila via veloce per la sua piacevolezza.

La sintonia fra i due artisti e il loro talento, sono genitori della buona riuscita della performance.

L’idea registica è lineare: i performer sono scalzi, in contatto con il palco, con il contesto, con il pubblico e soprattutto fra di loro. Vestiti come chi, con eleganza, si sta spogliando di qualcosa. I polsini slacciati, niente nastri e fronzoli ad agghindare il contenuto. La scena è pulita: due microfoni, e il pianoforte di Antonio Ottaviano che li segue nelle loro piroette vocali.

caos teatro

Esposito e Masiello al Caos Teatro

Fra una canzone e l’altra, si alternano gli spezzoni dei film che hanno cresciuto diverse generazioni di pubblico, di quei film che anche negli addii più tristi non tralasciano mai di nutrire la nostra esigenza di romanticismo.

Quanta mesta tenerezza può esserci in chi si saluta e quanta speranza può celarsi nelle lacrime d’addio che comunque non saranno mai in grado si spegnere il fuoco del sentimento che ci portiamo dentro e che, nostro malgrado, è nostra componente essenziale.

Il prossimo appuntamento Caos Teatro sarà in data undici e dodici novembre 2017, con “SEMI”, una produzione “Vulìe Teatro”, scritto e diretto da Marina Cioppa e Michele Brasilio ed interpretato dagli stessi.

Inoltre, il Caos Teatro mette a disposizione dei giovani artisti o di quanti sono semplicemente curiosi di mettersi in gioco, una vasta gamma di interessanti ed altamente professionali laboratori formativi che vanno dalla danza alla scrittura creativa, passando per la musica e la recitazione. È possibile, per gli interessati, sperimentare una lezione di prova per ogni laboratorio d’interesse.

Per info: Caos Teatro- (sito ufficiale)

Letizia Laezza

Commenti

Commenti

About Letizia Laezza

Letizia Laezza nasce a Napoli nel 1993, si laurea in lettere moderne nel 2015 e continua gli studi magistrali in discipline dello spettacolo presso la Federico II. Studia con Carlo Cerciello presso il teatro Elicantropo, ed inizia a collaborare con la redazione "laCOOLtura" nel 2016, occupandosi nello specifico della sezione teatrale.