Home Fumetti Comicon Lercio al Comicon: l’intervista de La COOLtura

Lercio al Comicon: l’intervista de La COOLtura

16
Lercio logo

Lercio per la prima volta è presente al Napoli Comicon, alla sua XIX edizione nel 2017, per presentare il suo secondo libro, edito da Shockdom, intitolato “Lercio. Lo sporco che fa notizia. Il Libro”, dopo aver pubblicato il primo per l’editore Rizzoli. Lercio è diventato negli ultimi anni popolarissimo sul web, per il suo particolare umorismo. Noi de La Cooltura abbiamo intervistato Davide Paolino e Mattia Pappalardo dello staff di Lercio per scoprire qualche retroscena.

Lercio lo sporco che fa notiziaLercio è qui al Comicon per presentare il suo secondo libro. Lercio si può definire il primo cosplay dell’informazione italiana?

Paolino: Non il primo se possiamo utilizzare questo termine, noi siamo una sottocopia del cosplay del Male, di Cuore, del Vernacoliere. Più che cosplay mi piace più definirci una parodia, una parodia del giornalismo serio.

Ritenete che l’ingresso di Lercio nel panorama comico italiano abbia comportato anche un cambiamento nel modo di fare comicità? C’è qualcuno che è stato influenzato dal vostro modo di fare satira?

Paolino: Sì, ha influenzato soprattutto quelli che ci copiano, in quanto sono nate decine di siti che riprendono il nostro canovaccio. In realtà noi diciamo a tutti che non abbiamo inventato niente, in quanto esistono da sempre le notizie finte, ma da quando siamo noi è nata una schiera di sottositi che si assomigliano tutti

Pappalardo: Come genere il mock journalism non l’ha inventato Lercio, c’è sempre stato, ma forse noi l’abbiamo codificato in Italia, abbiamo fatto la stessa cosa che ha fatto Onion negli Stati Uniti, poi chiaramente la querelle del plagio c’è e ci sarà sempre, è difficile arginarla.

Secondo voi qual è il segreto del vostro successo?

Paolino: Diamo le notizie gratis, tant’è che quando proviamo a vendere il libro qualcuno è restio ad acquistarlo. La popolarità è arrivata quando alcune testate importanti hanno rilanciato le nostre notizie credendole vere. Quindi le nostre notizie sono diventate virali, sono arrivati, 300 milioni di like e questo ci ha resi popolarissimi nel nostro ambito.

Lercio notiziaQual è la notizia di Lercio che voi vorreste vedere nella realtà?

Paolino: Direi quella chiamata Innocente partita a Twister genera in gang bang, ma in realtà è successo veramente; allora direi tutte quelle su Salvini, come Salvini si sveglia in un mondo migliore e scopre di non esistere

Qual è il personaggio del panorama politico e culturale italiana che è Lercio più di Lercio?

Paolino: Ce ne sono un bel po’ ma Adinolfi è uno dei migliori

Pappalardo: Il primato penso spetti ancora a Berlusconi; nel nostro libro c’è uno speciale sulla morte di Berlusconi per farvi trovare già pronti

Un’ultima domanda: quali sono i vostri futuri progetti?

Paolino: Il nostro obiettivo è, dopo aver fatto apparizioni alla radio, in televisione e due libri, entrare nel mondo del porno, dei profumi, vendere televisori, lavatrici. Vogliamo avere tutto ciò che si può vendere a marchio Lercio, come i profilattici col nome del bambino che non avrete

Davide Esposito

Per approfondire: http://www.lercio.it/

Commenti

Commenti