Home Attualità ed eventi culturali Eventi culturali Cultura e giovani: binomio perfetto a CervinArte

Cultura e giovani: binomio perfetto a CervinArte

913
cultura

Cultura non è possedere un magazzino ben fornito di notizie, ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini. Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri. 

Cultura è identità

Edward Tylor nel suo saggio Primitive Culture (1871) ha fornito un primo e importante concetto di cultura, intesa come «quell’insieme complesso che include la conoscenza, le credenze, l’arte, la morale, il diritto, il costume e qualsiasi altra capacità e abitudine acquisita dall’uomo come membro di una società.» La cultura rappresenta la collettività, la quale si esprime attraverso usi e costumi che determinano la particolarità di una civiltà rispetto ad un’altra.

cultura

L’individuo possiede una capacità unica di apprendere e trasmettere la conoscenza, attraverso una serie di mezzi complessi e creativi. Anche se in natura esistono esempi di cultura, come nel caso degli usignoli che inventano canti diversi a seconda dei luoghi, l’uomo resta l’animale culturale che più di ogni specie vive di cultura. La cultura non rappresenta un traguardo, un punto di arrivo, ma, al di là del concetto antropologico, può essere considerata un tratto identificativo del nostro essere parte integrante di un insieme. E se la realtà pare non riesca a fornire all’uomo un porto sicuro dove approdare e crescere, l’universo parallelo detto “cultura” conferisce all’uomo il potere di creare, trasformare, correggere l’ambiente in cui vive. In questo eden di sapere, senza barriere, né pregiudizi sociali, lo scettro del potere spetta, con il rammarico di qualche vecchia generazione, ai giovani.

cultura

Ed ecco che giovani e cultura vanno a costituire un binomio perfetto in una realtà distante dalla vita caotica delle metropoli, in un festival di arte, racconti e memorie…

CervinArte: un esempio di cultura che vince

L’estate cervinarese si è tinta dei colori della cultura: un arcobaleno di iniziative e di eventi promossi dai giovani della Proloco “Angelo Renna”, i quali hanno saputo diffondere nella comunità l’amore per l’arte e per le radici. CervinArte – Festival dell’arte e della creatività “Memorial N. De Vito” ha saputo esprimere l’attaccamento dei giovani alla propria terra attraverso i mezzi creativi dell’arte a trecentosessanta gradi.

cultura

Identità e memoria hanno tracciato il lungo percorso di CervinArte, iniziato il 22 agosto e prolungatosi fino al 05 settembre, valorizzando il territorio e la cultura di Cervinara. I racconti degli abitanti si sono materializzati in una mostra di arte contemporanea intitolata Cervinaria, nella quale oggetti della memoria e persone si sono fuse nel particolare ambiente espositivo del Palazzo Marchesale. Opere d’arte fatte di impronte e ricordi hanno accompagnato il percorso percettivo del visitatore dalle scuderie fino alle cantine del Palazzo, in uno spazio senza tempo, nel quale uomo e polvere fluttuavano in perfetta sintonia.

cultura
Gli oggetti dei ricordi

Lungo questo cammino di arte e creatività, si è dato spazio anche ai diversi concorsi di poesia, fotografia e videomaker, con l’obiettivo comune di raccontare Cervinara e la sua gente attraverso la bellezza.

cultura
Raccontare Cervinara

Chi ha vissuto CervinArte non può certo dimenticare le eccellenze che hanno visitato il Festival: da Peter Cincotti, musicista e cantautore newyorkese, un vanto caudino, alla brillante penna di Maurizio De Giovanni, il quale, in un intervento tenutosi nella cornice suggestiva del Palazzo Marchesale, ha sottolineato l’importanza di preservare il territorio, soprattutto da parte dei giovani «che raccontano una storia di speranza, di forza, di grande volontà, di permanenza.»

Questi ragazzi non se ne vanno da qui..

ha detto De Giovanni, con voce ferma e fiera. E CervinArte lo ha dimostrato.

cultura
Maurizio De Giovanni a CervinArte

CervinArte è stata tante cose: un esempio di cultura che vince e un momento di riflessione per l’intera comunità. I giovani hanno fatto sentire la loro voce in un crescendo di emozioni che non saranno facilmente dimenticate. Quest’edizione ha vinto su ogni fronte, confermando con successo il motto baconiano “sapere è potere”. Saper coinvolgere, saper commuovere, saper crescere significa saper fare cultura.

Per #CervinArte l’hashtag di Massimo Bray #laculturachevince

Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti.

(Cesare Pavese, La luna e i falò)

Giovannina Molaro

Sitografia:

http://cervinarte.com/

http://www.vegajournal.org/content/archivio/38-anno-ii-numero-1/195-uomo-e-cultura-tra-tradizione-e-innovazione

http://www.treccani.it/enciclopedia/natura-e-cultura_(Enciclopedia_delle_scienze_sociali)/

Fonte foto:

Facebook CervinArte – Festival dell’arte e della creatività “Memorial N. De Vito”

Commenti

Commenti